Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2014

Translate

LA GIOCONDA - AMILCARE PONCHIELLI

La Gioconda è un'Opera di Amilcare Ponchielli su Libretto di Arrigo Boito. Con la sua Drammaturgia sontuosa, spettacolare, ricca di Danze (tra cui la celebre ' Danza delle Ore' ), effetti e di colpi di scena, La Gioconda è considerata il prodotto più tipico e rappresentativo del genere della Grande Opera, che il Melodramma italiano aveva importato dalla Francia sul modello del Grand Opéra. Il Libretto di Boito le conferì tuttavia tratti non convenzionali, sia nella versificazione che nel taglio drammaturgico, e un'impronta del tutto originale. Il merito del successo va dunque diviso tra il Compositore e il Poeta, nonostante la non facile collaborazione da cui l'opera aveva preso vita. Sottratto alla sua dimensione storica, il Dramma di Hugo fu riletto da Boito in chiave simbolica alla luce dell'estetica della scapigliatura. Le inversomiglianze della vicenda, pertanto, non solo non furono occultate ma vennero inserite in una visione drammaturgica straniata e modern…

ZUBIN MEHTA - CONCERTO 2 SETTEMBRE 2014

OPERA DI FIRENZE - MAGGIO MUSICALE FIORENTINO
Ricordo che ci sono ancora disponibili Posti per questo bellissimo Concerto :
MARTEDI' 2 SETTEMBRE 2014 - ORE 21,00
ProgrammaLudwig van Beethoven
Leonore Ouverture No.3, Op.72b


Maurice Ravel
La Valse, Poème chorégraphique pour Orchestre
Pëtr Il'ič Čajkovskij Sinfonia n. 6 in Si minore ' Patetica '
Direttore : Zubin Mehta
Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino
Sito Web : http://www.operadifirenze.it/events/zubin-mehta/

LA VARIAZIONE

La Variazione è ogni riproposizione di un'idea musicale in cui essa subisca modifiche, più o meno profonde, rispetto alla sua forma originaria. Le modifiche possono riguardare qualunque aspetto dell'idea di partenza, come l'Armonia, la Melodia, l'articolazione del Contrappunto, il Ritmo, il Timbro strumentale, la Dinamica e perfino l'Organizzazione formale. La Tecnica della variazione può costituire il solo ingrediente formale di un Brano, oppure può entrare in gioco all'interno di forme più complesse. Alcune forme di origine barocca, come la Passacaglia e la Ciaccona, sono esempi di architettura musicale basata in maniera essenziale sulla Variazione, sotto forma di riproposizione variata di un ostinato armonico, costituito spesso da un vero e proprio Basso Ostinato. Possono essere entrambe classificate come forme particolari del Tema e Variazioni. Un esempio di Variazione all'interno di una forma musicale complessa è invece dato dal primo Movimento del Conc…

LA CIACCONA

In Musica, il termine Ciaccona è un tipo di Danza caratteristica, di origine del '500 spagnolo o forse latino-americana, nonché una Forma Musicale derivata dalla Danza stessa. In tempo ternario su un Basso Ostinato, in origine Danza di carattere Vivace e scherzoso, acquisì tratti più austeri alla Corte francese, entrando agli inizi del XVII Secolo nel Balletto, nell'Opera e nelle Suite Strumentali. Il termine fu successivamente applicato a qualsiasi Opera in tempo moderato di 3/4, che consistesse in alcune Variazioni su di una linea di Basso. Nel Seicento esempi eccezionali sono le Ciaccone di Claudio Monteverdi e Heinrich Schutz. Nel Settecento celebre è la Ciaccona in Sol minore per Violino e Basso Continuo attribuita a Tomaso Antonio Vitali, ma la Ciaccona più geniale è quella della seconda Partita per Violino Solo di J.S. Bach ( la linea di Basso non è realmente presente, ma viene ricostruita dall'ascoltatore secondo il principio della Polifonia immanente ). Le Variazioni G…

MERCOLEDI' 27 AGOSTO 2014 - BASILICA DI SAN PIETRO IN CIEL D'ORO – PAVIA - CONCERTO D'ORGANO - RUGGERO LIVIERI

MERCOLEDI' 27 AGOSTO 2014 - BASILICA DI SAN PIETRO IN CIEL D'ORO – PAVIA
CONCERTO D'ORGANO - ORGANISTA : RUGGERO LIVIERI
PROGRAMMA
D. Buxtehude : Ciaccona BuxWV 160 - ' Komm, Heiliger Geist, Herre Geist ' BuxWV 199
J.G. Walther : Concerto n. 3 di Antonio Vivaldi ( Allegro, Adagio, Allegro )
J.S. Bach : Concerto BWV 974 ( Andante e spiccato, Adagio, Presto )
J. Stanley : Voluntary 6 Op. 7 ( Andante, Vivace )
J. Brahms : ' Es ist Ein Ros' Entsprungen ' Op. 122
F. Mendelssohn-Bartholdy : Sonata IV Op. 65 n. 4 ( Allegro con brio, Andante religioso, Allegretto, Allegro maestoso e vivace )


Ruggero Livieri : Nato in Provincia di Venezia, ha studiato Pianoforte ed Organo al Conservatorio di Padova, sotto la guida dei Maestri A. Boccardo e R. Rizzato, con il quale si è Diplomato nel 1981 in Organo e Composizione Organistica…

SINFONIA N. 5 - L. VAN BEETHOVEN

La Quinta Sinfonia di Ludwig van Beethoven in Do minore Op. 67, fu composta tra il 1807 e l'inizio del '08 e fu eseguita il 22 Dicembre 1808 a Vienna ( Austria ). I primi abbozzi risalgono in realtà al 1804. Si tratta, in effetti, del Lavoro sinfonico di Beethoven che ebbe la gestazione più lunga e travagliata ( si pensi che i primi abbozzi nascono quando l'Autore stava ancora lavorando alla Sinfonia n. 3, mentre la conclusione del Lavoro si intreccia con la Composizione della Sinfonia n. 6 ).
Organico : Ottavino; 2 Flauti; 2 Oboi; 2 Clarinetti; 2 Fagotti, Controfagotto; 2 Corni; 2 Trombe; 3 Tromboni; Timpani, Archi.

Movimenti : Allegro con brio : Il primo Movimento è forse la pagina più celebre e drammatica scritta dall'Autore: inizia con il famoso motivo di quattro Note che, secondo le parole dello stesso Beethoven, rappresenta "il Destino che bussa alla porta". Strutturalmente, si tratta di un Movimento in forma-Sonata, in cui il Tema principale deriva integral…

SINFONIA N. 7 - L. VAN BEETHOVEN

La Settima Sinfonia di Ludwig van Beethoven in La Maggiore Op. 92 fu composta tra il 1811 e il '12. Prima Esecuzione a Vienna ( Austria ) l'8 Dicembre 1813. La Sinfonia n. 7, scritta a distanza di tre anni dalla Sinfonia n. 6 ' Pastorale ' , non ha una linea di continuità con le precedenti Sinfonie, che furono composte dal 1801 al '08 senza interruzione. Tra il 1809 e l'inizio della Composizione della nuova Sinfonia, Beethoven aveva portato a termine il Concerto per Pianoforte n. 5 ( 1809 ), le Musiche per l'Egmont di Goethe completate intorno al 1810, il Quartetto in Fa minore Op. 95 lo stesso Anno. La prima Esecuzione ebbe luogo l'8 Dicembre del 1813 nella Sala Grande dell'Università di Vienna per un Concerto di Beneficenza. R. Wagner in ' L'Opera d'Arte dell'Avvenire ' così descrisse questa Sinfonia: ' La Sinfonia è l'apoteosi della Danza: è la Danza nella sua suprema essenza, la più beata attuazione del Movimento del Co…

SHAHRAZAD - NIKOLAJ RIMSKIJ-KORSAKOV

Shahrazād, Op. 35 è una Suite Sinfonica composta da Nikolaj Rimskij-Korsakov nel 1888. Ispirato alle ' Mille e una Notte ', a volte conosciute come ' Le Notti arabe ', questo Lavoro Orchestrale unisce due caratteristiche peculiari della Musica di Rimskij Korsakov: un'Orchestrazione sgargiante insieme ad un particolare interesse per l'oriente e per l'esotico.
Organico : Ottavino, 2 Flauti, 2 oboi, 2 Clarinetti, 2 Fagotti, 4 Corni, 2 Trombe, 3 Tromboni, Tuba, Timpani, Grancassa, Tamburo, Piatti, Triangolo, Tamburello, Tam-Tam, Arpa, Archi.
Movimenti : 1- Il Mare e la Nave di Sinbad: Largo e Maestoso – Lento – Allegro non troppo – Tranquillo 2- Il Racconto del Principe Kalender: Lento – Andantino – Allegro molto – Vivace scherzando – Moderato assai – Allegro molto ed animato 3- Il Giovane Principe e la Giovane Principessa: Andantino quasi allegretto – Pochissimo più mosso – Come prima – Pochissimo più animato 4- Festa a Bagdad, Il Mare, Naufragio della Nave sulle Ro…

S.L.A. – LE DOCCE INUTILI DEI V.I.P.

E' di moda di questi giorni ( come sapete IO odio le mode del momento! ) che per far ' solidarietà ' i V.I.P. si fanno un gavettone di acqua gelata. Motivo ? Per pubblicizzare la S.L.A.; una Malattia che purtroppo provoca morte e non si ha ancora una cura valida per sconfiggerla.
Cosa servono i gavettoni ? A mio avviso : ESATTAMENTE A NULLA !!!!!
Al posto di farsi delle docce gelate ( che poi non fanno così tanto bene... ) questi V.I.P. ( per me Very Ignorant Person ) non potrebbero far una gara a chi stacca l'Assegno più alto, con l'intera cifra da versare nelle casse della Associazione Benefica di turno ??!!!
Troppo facile ? Direi proprio di sì.
Allora cosa fanno ? Si fanno filmare, subendo una doccia gelata....nominano altri V.I.P. a far altrettanto per il ' bene ' contro la S.L.A. E tutto finisce lì....

Logicamente chi sponsorizza certe CAVOLATE ( sono tali e tali rimangono ) come le secchiate d'acqua NON valgono un Euro bucato.....

IL DIES IRAE

Il Dies Irae è una Sequenza in Lingua Latina, molto famosa, attribuita a T. Da Celano. Sono in molti a ritenerla una composizione poetica medievale tra le più riuscite. C'è un salto di stile rispetto al latino classico: il ritmo è accentuativo e non quantitativo, e i versi sono Rimati con Rima baciata ( AAA, BBB, CCC ) a eccezione delle ultime due strofe. Il Metro è Trocaico.Descrive il Giorno del Giudizio, l'ultima Tromba che raccoglie le anime davanti al Trono di Dio, dove i buoni saranno salvati e i cattivi condannati al fuoco eterno. Il Dies Irae è una delle parti più note del Requiem e quindi del Rito per la Messa esequiale previsto dalla liturgia per la Messa di Rito tridentino. Compare anche nella Liturgia delle Ore in una versione riveduta, che tiene conto dell'illegittimità dell'identificazione da parte dell'Esegesi Medievale della figura di Maria Maddalena con la penitente pentita. Celebri musicisti hanno musicato il testo di questo inno nelle loro messe d…

IL REQUIEM

Il Requiem è una Messa secondo il Rito Liturgico della Chiesa Cattolica eseguita e celebrata in memoria del Defunto. Può essere anche utilizzata come servizio funebre, in particolare nel caso di Funerali solenni, c'è anche l'uso di eseguirla come parte della Liturgia nel giorno dei Defunti, che vengono commemorati il 2 Novembre. Secondo la Religione Cattolica le Messe offerte in memoria dei defunti che si trovano in Purgatorio possono abbreviare la loro permanenza di espiazione, a favore di un più celere passaggio al Paradiso. Il Requiem è anche una Composizione Musicale che utilizza gli Inni propri dei Riti Cattolici (o altro cerimoniale religioso) con una trama musicale. Mentre i vari testi della messa, quali l'Introito o il Graduale cambiano di giorno in giorno secondo il Calendario Liturgico, nellaMessa Esequiale questi testi sono sempre fissi. Si tratta di testi drammatici nella loro rappresentatività e, in quanto tali, hanno attirato l'attenzione e ispirato non …

Visualizzazioni totali