venerdì 28 febbraio 2014

AFORISMI - GALILEO GALILEI


' Dietro ogni Problema c'è un'Opportunità '.

' Nelle Prove Naturali NON si deve ricercare l'Esattezza Geometrica '.

' Misura ciò che è misurabile, e rendi misurabile ciò che NON lo è '.

' Non ho mai incontrato un Uomo così Ignorante dal quale NON abbia potuto imparare qualcosa '.

' Il vino è la Luce del Sole tenuta insieme all'Acqua '.


' Nelle mie Scoperte Scientifiche ho appreso più col Concorso della Divina Grazia che con i Telescopi '.


giovedì 27 febbraio 2014

' PAROLE IN NOTA ' - INCONTRI PRESSO SOCIETA' DEL QUARTETTO DI MILANO

A partire da marzo, torna alle Gallerie d'Italia il Programma degli Incontri di ' Parole in Nota ', che ' Immaginazioni ' organizza ogni anno per il Quartetto, con il supporto di Intesa Sanpaolo.

Quest'anno gli Incontri saranno dedicati al Pubblico della Cultura.
Ci domanderemo quale sia il senso della Proposta Culturale oggi, alla luce dell'evoluzione economica, sociale e tecnologica dello scenario generale, con particolare riguardo all'inclusione dei giovani.

Il 4 Marzo Ilaria Borletti Buitoni, che partirà dalla sua esperienza di Sottosegretario al Ministero dei Beni Culturali;

Il 19 marzo Filippo Del Corno ci racconterà che Pubblico ha incontrato nel sul suo Primo Anno da Assessore alla Cultura a Milano;

Il 9 Aprile sarà il turno di Carlo Fontana, che parlerà anche nella sua nuova veste di Presidente dell'Agis, l'Organismo di rappresentanza e coordinamento delle Imprese dello Spettacolo;

Il 30 Aprile, con Fulvio Scaparro, saremmo soprattutto sul terreno delle proposte per l'infanzia e la Famiglia, con un aggiornamento sui progressi del Parco Aulì Ulè, da lui progettato;


concluderà il 21 Maggio, Marco Magnifico, instancabile anima operativa del Fondo Ambiente Italiano.
Accanto a loro Andrea Kerbaker e Carlo Sini.
Galerie d'Italia
Sala Mattioli
Piazza Scala, 6 Milano
Ingresso libero fino ad esaurimento posti, Ore 18
Informazioni:
Società del Quartetto di Milano
Via Durini 24 - 20122 Milano
Telefoni :
+39 346 8419107 +39 02 76005500
geron@quartettomilano.it
www.quartettomilano.it

mercoledì 26 febbraio 2014

MARIE-CLAIRE ALAIN

Un ricordo per Marie-Claire Alain.
Nata a Saint-Germain-en-Laye il 10 Agosto 1926 è stata una Organista, Clavicembalista e Compositrice a carattere Mondiale, conosciuta soprattutto per la sua prolifica produzione discografica di alto livello.
Nasce in un'importante famiglia di musicisti: il padre Albert è Compositore, Organista ed Organaro; il fratello Jehan è uno dei più importanti Compositori della sua Generazione, oltre ad essere un celebrato Organista; la sorella Marie-Odile è anch'ella Organista, mentre Oliver è Pianista, Organista, Compositore e Musicologo.
Da bambina, non ama particolarmente l'Organo, anche se sotto la guida del fratello Jehan mostrerà un Talento precoce che la porterà a sostituire il Padre all'Organo di Saint-Germain-en-Laye già da quando ha 12 anni. In circostanze tragiche, perde la sorella nel 1937, e nel 1940 il fratello Jehan.
Nel 1944 entra al Conservatorio di Parigi seguendo i Corsi di Maurice Duruflé; e poi successivamente, studierà nella prestigiosa Classe di Marcel Dupré, dove avrà come compagni di corso alcuni dei più importanti Organisti della Scuola Francese del Novecento, come Pierre Cochereau ( Titolare dell'Organo a Notre Dame de Paris ).
Durante gli studi, ottiene quattro ' Premiers Prix ' ( Organo, Improvvisazione, Armonia, Fuga ).
Nel 1950 debutta a Parigi e, dopo i primi Concerti, riceve vari Riconoscimenti Internazionali, come il ' Premio Bach ' nel 1951.
Nel frattempo prosegue il perfezionamento, studiando con G. Litaize e A. Marchal.
È del 1954 il suo primo Disco con Opere inedite di J.S. Bach.
L'attività concertistica l'ha portata a tenere circa Tremila Concerti in tutti i Continenti; inoltre ha inciso oltre duecento vinili e una sessantina di cd.
Il suo repertorio spazia dal Cinquecento fino al primo '900 e annovera le Integrali di di J. S. Bach, Buxtehude, Bruhns, F. Couperin, Grigny, Pachelbel, Mendelssohn-Bartoldy, Franck e Jehan Alain, nonché altre incisioni di Opere di Liszt, Duruflé e Messiaen, e tante altre..
Continuatrice, nell'Insegnamento, della grande Scuola d'Organo Francese del '900, ha tenuto Corsi in Conservatori Francesi e di altri Paesi del Mondo.
All'Accademia di Haarlem ( Olanda ) dal 1956 al 1970, assieme a Luigi Ferdinando Tagliavini, A. Heiller e G. Leonhardt, ha fortemente contribuito alla riscoperta e all'affermazione della prassi esecutiva Organistica Barocca.
Ha fondato ' l'Accademia Johann Sebastian Bach ' a Saint-Donat e ha tenuto Corsi a Romainmotier sull'Organo costruito dal Padre.
Tra i suoi più importanti Allievi, spiccano importanti organisti come Guy Bovet, Daniel Roth, Wolfgang Rubsam e Olivier Vernet.
Tenne il suo ultimo concerto in Italia all'Organo Romantico Francese di Salgareda ( Treviso ) il 18 Settembre del 2008.
In precedenza, sul medesimo Strumento Opera dell'Organaro Andrea Zeni di Tesero ( Trento ), tenne un Concerto anche nel 2005.
Dal 2010 ha interrotto l'Attività Concertistica, colpita dalla Malattia di Alzheimer.

È scomparsa all'età di 86 anni, in una Casa di Riposo di Le Pecq, vicino a Parigi.

martedì 25 febbraio 2014

ENRICO CARUSO - ANNIVERSARIO

Enrico Caruso nasce a Napoli il 25 Febbraio 1873.
Viene considerato il Tenore per eccellenza, grazie alla suggestione del timbro e all'inconfondibile malìa dello Strumento Vocale.

A dieci anni andò a lavorare col Padre in fonderia, ma sotto l'insistenza della Madre si iscrisse a una Scuola serale, dove scoprì di essere portato per il disegno: iniziò a elaborare progetti di fontane per l'officina dove lavorava. Nel frattempo qualcosa stava crescendo in lui: la sua Voce.
Le prime arie d'Opera e le prime nozioni di Canto gli vennero insegnate dai Maestri Schirardi e De Lutio.
Oltre a cantare nel Coro della Chiesa, Enrico fece qualche apparizione in Spettacoli Teatrali. La sua Voce nel frattempo si era irrobustita e le piccole rappresentazioni cominciarono a non bastargli più. La sua fortuna iniziò quando il Baritono Eduardo Missiano, sentendolo cantare, si entusiasmò a tal punto che lo presentò al Maestro Guglielmo Vergine, il quale accettò di dargli Lezioni per migliorare la Voce.
Nel 1894 Caruso venne chiamato alle Armi, ma dopo solo un mese e mezzo, grazie alle Leggi in vigore a quel tempo e a un maggiore che era amante della Musica, venne congedato e mandato a casa per permettergli di continuare a cantare e a studiare. Dopo le Lezioni con il Maestro Vergine, Caruso si sentiva ormai pronto all'esordio, ma alle prove per la ' Mignon ' di A. Thomas e non venne accettato. Esordì il 16 novembre 1894 con una parte ne ' L'amico Francesco ' di D. Morelli.
Nel 1898 Caruso esordì al Teatro Lirico di Milano nel ruolo di Loris in ' Fedora ' di U. Giordano; seguirono poi tournée in Russia, Portogallo, Italia, Montecarlo e Londra dove interpretò il ' Rigoletto ' di G. Verdi; l'anno dopo si esibì a Buenos Aires.
Nel luglio 1899 fu Parpignol nella Prima Rappresentazione nel Royal Opera House, Covent Garden di Londra di ' La Boheme di G. Puccini.
Nel Dicembre 1900 Caruso cantò nuovamente alla Scala di Milano , in occasione della ripresa di ' La Boheme ' ,nella serata inaugurale della Stagione Lirica, diretta da A. Toscanini e, nel 1901 a Napoli al Teatro San Carlo.
Qui, la tradizione o forse la leggenda vogliono che durante l'interpretazione de ' L'Elisir d'Amore ' abbia avuto la sua più grande Delusione: la sua Emozione e un'insicurezza malcelata non lo avrebbero fatto cantare al meglio. Fortemente deluso dalla reazione dei suoi concittadini e dalle critiche che gli sarebbero state rivolte (centrate sul fatto che la sua Voce fosse portata maggiormente al registro di Baritono piuttosto che a quello di Tenore), avrebbe deciso di auto-esiliarsi e di non cantare mai più nella sua città natale.
Dopo l'episodio napoletano Caruso cercò comunque di curare di più la sua Voce per correggere i difetti, e di crearsi un repertorio.
L'11 aprile del 1902, a Milano, incise dieci dischi con arie d'opera per conto della Casa Discografica inglese Gramophone & Typewriter Company. Il Cantante napoletano fu il primo a cimentarsi nella ' Nuova Tecnologia ' , fino ad allora snobbata dagli altri Cantanti, con grande successo. Fu il Primo Artista nella Storia a vendere più di un Milione di Dischi, con l'aria ' Vesti la Giubba ' dall'opera ' Pagliacci ' di R. Leoncavallo, incisa nel 1904.. Il singolo nella versione di Caruso venne premiato con il Grammy Hall of Fame Award 1975.
Nel Maggio 1902 interpretò ancora il Duca di Mantova nella ripresa al Royal Opera House, Covent Garden di Londra, di ' Rigoletto ' e in Dicembre nella ripresa al Teatro Costanzi di Roma.
Nel Gennaio e Marzo 1903 si esibì ancora come Faust in Mefistofele al Teatro Costanzi di Roma.
A Novembre del 1903 si recò negli Stati Uniti, quando ancora stava con la sua amata Ada: il contratto col Teatro Metropolitan di New York lo ottenne grazie alla mediazione del banchiere Simonelli, e il suo Debutto avvenne il 23 Novembre con il Duca di Mantova nella ripresa di Rigoletto. Il pubblico gli chiese di bissare ' La Donna è Mobile '.
Passato l'impasse della Prima, ebbe un tale successo con le successive rappresentazioni da diventare l'idolo dei melomani dell'epoca. Sempre nel 1903 al Metropolitan Opera House fu Radamès in ' Aida', Cavaradossi in ' Tosca ' (bissando ' E lucevan le stelle' ), Rodolfo ne ' La Boheme ' , Canio in ' Pagliacci ' (bissando ' Vesti la Giubba' ) e Alfredo ne' La Traviata '.
Nel Gennaio 1904 interpretò Edgardo ne ' Lucia di Lammermoor ' e Nemorino ne ' L'Elisir d'Amore '.
La sua versione registrata di ' Celeste Aida ' nel 1908 verrà premiata con il Grammy Hall of Fame Award 1993.
Nel 1909 Caruso incise una serie di ventidue Canzoni Napoletane.

Dopo una lunga Tournée in Nord-America, nel 1920, la salute del Tenore iniziò a peggiorare. Varie le ipotesi al riguardo: suo figlio Franco, per esempio, collocava l'evento scatenante in un incidente occorso durante il ' Sansone e Dalila ' del 3 Dicembre, quando il Tenore fu colpito al fianco sinistro da una colonna crollata dalla scenografia. Il giorno dopo, prima della rappresentazione di ' Pagliacci ' , Caruso ebbe un accesso di tosse e lamentò un forte dolore intercostale.
L'11 Dicembre, il Tenore ebbe una forte emorragia alla Gola: la Rappresentazione fu sospesa dopo il primo atto. Il 24 dicembre fece la sua ultima apparizione al Met con Eléazar ne ' La Juive ' : complessivamente Caruso andò in scena per oltre 800 rappresentazioni al Metropolitan.
Solo il giorno di Natale, quando il dolore si era fatto insostenibile, gli fu diagnosticata una pleurite infetta. Operato il 30 Dicembre al polmone sinistro, trascorse la convalescenza in Italia.
Dopo una lieve ripresa ebbe una ricaduta dovuta, secondo la Moglie, alle cure di un inesperto Medico locale. Diretto a Roma per un nuovo intervento chirurgico, morì 11 ore dopo il 2 Agosto 1921 in una stanza dell'albergo Vesuvio a Napoli, assistito dalla Moglie, dal Medico e da chi gli voleva bene all'età di 48 anni.

È sepolto a Napoli, in una Cappella privata nel Cimitero di Santa Maria del Pianto, a pochi metri dalla tomba di Antonio de Curtis in arte Totò.

MUSICA ANTICA - INCONTRO - 28 FEBBRAIO 2014 - MILANO

Gianluca Capuano, Organista e Direttore d'Orchestra,presenta un Incontro Venerdì 28 Febbraio 2014 alle ore 17,30 presso l'Aula Crociera Alta, all'interno della Università degli Studi di Milano in Via Festa del Perdono, 7.
Capuano spiega l'Incontro così :
' Il Barocco, ancora prima che un'epoca storica, una Corrente Artistica, un sistema di idee, è una Categoria, secondo la definizione di Eugenio d'Ors, un Gioco della sensibilità e dell'intelligenza, e ancora: acutezza, concettismo, eccentricità, bizzarria. Una ' varietà del brutto ' che prende forma in una data epoca storica dell'Occidente o una Categoria extra-temporale che ha lasciato segni di sé nelle più diverse età e regioni? Lungi dal voler dare risposte tassonomiche, l'incontro di oggi propone un percorso attraverso le Arti, la Letteratura, la Filosofia ' Barocca ' . All'ascoltatore, se riterrà il caso, il compito di ricomporre il puzzle '.
L'Evento, organizzato interamente dal Gruppo Assenzio – Studenti di Musicologia dell'Università degli Studi di Milano, rientra nel Ciclo intitolato ' Punctum di vista ' , che si articola in cinque Lezioni-Concerto e un Concerto-Spettacolo che hanno come fil rouge la Musica Antica e un diverso approccio, poco convenzionale, per spiegarla e raccontarla anche ai non Addetti ai Lavori.
Questo è il terzo appuntamento.
Il Gruppo
Assenzio ha potuto organizzare questo ciclo grazie al finanziamento dell'Ateneo per le Attività Culturali studentesche.
Lo scorso anno, grazie agli stessi Fondi e in collaborazione con le Classi di Musica da Camera della Civica Scuola di Musica di Milano - Sezione di Musica Antica, il Gruppo ha proposto due Concerti-Spettacolo dal Tema ' Musica e potere a Milano ', riscuotendo grande successo.
Il sito di riferimento (con Informazioni anche sugli eventi passati) è :

lunedì 24 febbraio 2014

AUDIZIONI CANTANTI LIRICI - ROME FESTIVAL 2014

Associazione Rome Festival
SELEZIONE PER CANTANTI LIRICI - PROGRAMMA APPRENDISTI DELLA ROME FESTIVAL OPERA
Dal 28 MARZO 2014 al 29 MARZO 2014
Sala da concerti 'S. Maria alle Fornaci' - Piazza S. Maria alle Fornaci, 27

SCADENZA DELLE ISCRIZIONI : 14 MARZO 2014
Quota di iscrizione: 65.00 €

Le Audizioni consistono nella Selezione di Cantanti per:
' Le Nozze di Figaro ' di Mozart (12 Giugno - 6 Luglio 2014)


E nelle seguenti Opere "Suites"; selezioni con parti dai libretti recitativi
' Die Zauberflöte ' di Mozart,
' Carmen ' di Bizet
' La Traviata ' di Verdi,
' La Boheme ' di Puccini

Informazioni:
Telefono : 001.908.233.7214
Email:
concorso_ruoli_lirici@yahoo.com
Sito web:
http://groups.yahoo.com/neo/groups/concorso_ruoli_lirici/conversations/messages

AUDIZIONI - STRUMENTISTI - ROME FESTIVAL 2014

Associazione Rome Festival
AUDIZIONI PER STRUMENTI PER IL ROME FESTIVAL 2014
Dal 28 MARZO 2014 al 29 MARZO 2014
Sala da concerti 'S. Maria alle Fornaci' - Piazza S. Maria alle Fornaci, 27

SCADENZA DELLE ISCRIZIONI : 14 MARZO 2014
Quota di iscrizione:65.00 €

Le Audizioni consistono nella selezione di Strumentisti e Pianisti idonei per la Stagione 2014 (12 Giugno - 8 Luglio).

OPERISTICA:
' Le Nozze di Figaro ' di Mozart


E NELLE SEGUENTI OPERE “SUITES”; SELEZIONI CON PARTI DAI LIBRETTI RECITATI
' Die Zauberflöte ' di Mozart
' Carmen ' di Bizet
' La Traviata ' di Verdi
' La Boheme ' di Puccini


SINFONICO:
Sinfonia V di Beethoven
Sinfonia VI di Beethoven
Sinfonia II di Brahms
Sinfonia VII di Dvorak
Rapsodie Espagnole di Ravel
Nocturnes di Debussy

Informazioni:
Telefono : 001.908.233.7214
Email:
concorso_ruoli_lirici@yahoo.com
Sito web:
http://groups.yahoo.com/neo/groups/concorso_ruoli_lirici/conversations/messages

AUDIZIONI PER CORISTI - ROME FESTIVAL 2014

Associazione Rome Festival
AUDIZIONI PER CORISTI PER IL ROME FESTIVAL 2014
Dal 28 Marzo 2014 al 29 Marzo 2014
Sala da concerti 'S. Maria alle Fornaci' - Piazza S. Maria alle Fornaci, 27

SCADENZA DELLE ISCRIZIONI : 14 MARZO 2014
Quota di iscrizione: 50.00 €

I Coristi selezionati saranno invitati a partecipare alla messa in Scena delle l'Opera intero Le Nozze di Figaro di Mozart (11 giugno - 7 luglio 2014).
Inoltre, quest'anno la Stagione includerà anche selezioni dalle "suite" delle opere: ' Die Zauberflote ' di Mozart, ' La Traviata ' di Verdi e ' Carmen ' di Bizet.
L'Opera per intero e le Opere "suites" verranno allestite in forma scenica con il Rome Festival Orchestra, Coro, Balletto, Scene, e Costumi nel cuore di Roma.
Informazioni:
Telefono : 001.908.233.7214
Email:
concorso_ruoli_lirici@yahoo.com
Sito web:
http://groups.yahoo.com/neo/groups/concorso_ruoli_lirici/conversations/messages



AUDIZIONI PER ' IL BARBIERE DI SIVIGLIA ' - UDINE

Società Filarmonia

Il Barbiere di Siviglia

15 Marzo 2014
Udine

SCADENZA DELLE ISCRIZIONI : 09 MARZO 2014
Quota di iscrizione:0.00 €

AUDIZIONI per l'Opera Lirica "Il Barbiere di Siviglia" di Gioachino Rossini

RUOLI:
- Conte d'Almaviva (tenore)
- Basilio (basso)
- Berta (mezzosoprano)
- Fiorello

Le audizioni si terranno a Udine nel giorno di Sabato 15 marzo 2014 (dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00) presso il Conservatorio Statale di Musica "Jacopo Tomadini", piazza I Maggio n. 29 UDINE.

Informazioni:
Telefono :0432-512561
Email:
orchestra@filarmonia.it


AUDIZIONI PER CANTANTI LIRICI E DI COMMEDIA MUSICALE - VENEZIA - MUNCHEN

Venezia.
Konezert agentur Kulturgipfel a München
AUDIZIONI PER CANTANTI LIRICI E DI COMMEDIA MUSICALE

Dal 07 Marzo 2014 al 09 Marzo 2014
SCADENZA DELLE ISCRIZIONI : 05 MARZO 2014
Quota di iscrizione: 35.00 €

L´Agenzia Kulturgipfel a München apre le sue Audizioni per ruoli primari e comprimari per le prossime Stagioni Liriche e di commedia musicale nei Teatri e località in cui periodicamente verranno organizzati spettacoli e concerti visibili sul sito www.musicainmaschera.it

Le audizioni si terranno presso: 

FORESTERIA VALDESE - Sestiere Castello, 5170 (VE)
Opere da presentare: Traviata, Tosca, Madama Butterfly, Cavalleria Rusticana, Boheme, Requiem di Verdi, Gli Eroi Di Verdi, Le Donne Di Puccini, Queen, My First Lady, Mamma Mia
Per il Bando scrivere a:kulturgipfelitalia@web.de



Informazioni:
Telefono: +49 15140452410
Fax: +49 6920012295
Email:
kulturgipfelitalia@web.de

AUDIZIONI CANTO LIRICO - ROMA

Associazione Musicale “Europa InCanto” - Roma

Audizioni Barbiere di Siviglia

03 Marzo 2014
presso il Teatro Valle Occupato in via del Teatro Valle, 21

SCADENZA DELLE ISCRIZIONI : 01 MARZO 2014
Quota di iscrizione: 0.00 €

Audizioni di canto lirico finalizzate alla messa in scena dell’opera “Il Barbiere di Siviglia” di G. Rossini, che sarà realizzata in forma ridotta con accompagnamento del pianoforte nei mesi di Aprile -Maggio 2014 presso il Teatro Valle di Roma e destinata prevalentemente ad un pubblico giovanile.
Le audizioni si terranno il giorno Lunedì 03 Marzo dalle ore 14.30 presso il Teatro Valle Occupato in via del Teatro Valle n. 21 – 00186 – Roma.

Si prenderanno in esame le vocalità per i ruoli di:
Rosina (soprano/mezzosoprano)
Il Conte d’Almaviva (tenore)
Don Bartolo (basso)
Figaro (baritono)
Don Basilio (basso)
Berta (soprano/mezzosoprano)

I candidati sosterranno l’audizione a titolo gratuito senza alcun tipo di rimborso.
I cantanti selezionati e risultati idonei, parteciperanno alla messa in scena dell’opera nei mesi di Aprile e Maggio 2014 con impegno di prove e recite da concordare in base al ruolo assegnato.

Informazioni:
Telefono : 06 89718699 - 334 1024116 - 347 6424376
Fax: 06 45666598
Emai
l: scuolaincanto@libero.it

Per maggiori informazioni, per il Regolamento Intero e per il Modulo d'Iscrizione andare al sito :


domenica 23 febbraio 2014

HAENDEL - AUGURI!!!!





In occasione del Compleanno di G.F. Haendel, nato ad Halle il 23 Febbraio 1685,

Vi propongo un bellissimo suo Concerto.

' Organ-Concert '  op. 7 n. 4 ( Adagio, Allegro, Adagio, Allegro )

Direttore ed Organista l'immenso Karl Richter.

Orchestra : Munchener Bach Orchester

SOCHI 2014 - OLIMPIADI INVERNALI - E L'ITALIA?...STA A GUARDARE GLI ALTRI....

Ricordando che ANCHE lo Sport è Cultura....
Si sono appena concluse le Olimpiadi Invernali di Sochi ( Russia ).
Per l'Italia NON è andata male, è andata MALISSIMO.

Vi faccio un pratico schema del Medagliere Italiano dalle Olimpiadi del 1994 ( 20 anni fa ad oggi ) :

                                     ORO                      ARGENTO                       BRONZO                 TOTALE

1994                                 7                                  5                                     8                               20

1998                                 2                                  6                                     2                               10

2002                                 4                                  4                                     5                               13

2006                                 5                                  0                                     6                               11

2010                                 1                                  1                                      3                                5

2014                                 0                                  2                                      6                                 8

Ricordando due cose:
nel 2006 le Olimpiadi erano a Torino, quindi eravamo NOI gli organizzatori.
ricordo sempre che nel Mondo del Professionismo ( Sport o NON Sport ) chi arriva secondo, è il primo degli sconfitti.

Siamo passati da 7 ori a NESSUNO.......Situazione Tragica a dir poco!!!

Il Movimento dello Sport ( in senso generale ....lo Sport è bello TUTTO e quindi NESSUNO Sport deve primeggiare rispetto ad altri.....come purtroppo succede sempre per il Calcio....che sembra lo Sport Madre peccato che NON lo è ).....è arrivato ad un PUNTO MORTO.
Vuoi perché NON vengono giustamente finanziati gli sportivi e i Giovani NON sono invogliati a far Sport a Livello Agonistico...perché ' o sei un Fenomeno o altrimenti NON campi ' .
Per Fenomeno intendo gente ' Fuoriclasse ' che vince tanto e spesso....come Alberto Tomba o Deborah Compagnoni ( per rimanere negli Sport Invernali ).

Altra, ennesima, DELUSIONE da parte dell'Italia, che ha fatto l'ennesima FIGURACCIA MONDIALE.
( NON se ne sentiva la mancanza.....)

sabato 22 febbraio 2014

PENSIERO DI JIM BUTCHER

'  Quando i Giapponesi riparano un Oggetto rotto, valorizzano la Crepa riempiendo la Spaccatura con l'Oro.
Essi credono che quando qualcosa ha subito una Ferita ed ha una Storia, diventa più bello.
Questa tecnica è chiamata Kintsugi.
Rendere belle e preziose le ' persone ' che hanno sofferto.....questa tecnica si chiama AMORE.
Il Dolore è parte della Vita.
A volte è una Parte Grande, e a volte no, ma in entrambi i casi, è una Parte del grande Puzzle, della Musica Profonda, del grande Gioco.
Il Dolore fa due cose : Ti insegna, ti dice che sei VIVO. Poi passa e ti lascia cambiato. E ti lascia più saggio, a volte. In alcuni casi ti lascia più Forte.
In entrambe le circostanze, il Dolore lascia il Segno, e tutto ciò che di Importante potrà mai accadere nella tua Vita lo comporterà in un modo o nell'altro. '

Jim Butcher

venerdì 21 febbraio 2014

CONCORSO INTERNAZIONALE - ' GIOVANI MUSICISTI ' - CITTA' DI TREVISO

Dal 22 al 30 Marzo 2014.

Regolamento ( in sintesi ) :
Il Concorso è organizzato dall'Accademia Musicale ' Studio Musica ' di Treviso, ed ha lo scopo di valorizzare i Giovani Musicisti e di evidenziare il loro Talento, Arte e Ispirazione, stimolando Scambi Culturali Internazionali e promuovendo culturalmente e turisticamente il territorio.

Il Concorso è aperto ai Giovani Musicisti, Singoli o Gruppi di di ambo i Sessi di Nazionalità Italiana e Straniera.

Sezioni :
1 = Solisti ( Pianoforte ). Categoria A, B, C, D, E, G, I

2 = Solisti ( Archi, Fiati, Chitarra, Percussioni, Arpa, Fisarmonica ). Categoria A, B, C, D, E, G, I

3 = Pianoforte a quattro Mani / Due Pianoforti. Categoria A, B, C, D, E, G, I

4 = Musica da Camera ( da Duo al Decimino  ), Categoria A, B, C, D, E, G, I

5 = Musica Orchestrale ( da Decimino in poi ). Categoria A, B, C, D, E, F

6 = Cantanti Lirici ( Solisti ). Categoria D, E, G, I

7 = Musica Contemporanea ( Solista o qualsiasi Formazione ). Categoria D, E, F, H

8 = Musica Jazz ( Solista o qualsiasi Formazione ). Categoria D, E, F, H

9 = Musica Moderna ( Canto solista ). Categoria C, D, E, F, H

10 = Musica Moderna ( Ensemble con o senza Voce ). Categoria C, D, E, F, H

11 = Coro di Voci Bianche.

Categorie :

A = per i nati dal 2006 ( Massimo 8 minuti di Programma )

B = per i nati dal 2003 al 2005 ( Massimo 10 minuti di Programma )

C = per i nati dal 2000 al 2002 ( Massimo 10 minuti di Programma )

D = per i nati dal 1997 al 1999 ( Massimo 15 minuti di Programma )

E = per i nati dal 1994 al 1996 ( Massimo 15 minuti di Programma )

F = per i nati dal 1990 al 1993 ( Massimo 15 minuti di Programma )

G = per i nati dal 1990 al 1993 ( Eliminatorie e Finale )

H = per i nati dal 1884 al 1990 ( Massimo 15 minuti di Programma )

I = per i nati dal 1984 al 1990 ( Eliminatorie e Finale )

AUDIZIONI :
Il Calendario delle Prove delle singole Categorie sarà reso noto ENTRO IL 7 MARZO 2014.

PREMI :

Categoria A e B = 2 Borse di Studio di € 150.

Categoria C = " Borse di Studio di € 180 e 1 Concerto nella Stagione Concertistica 2014/2015

Categoria D e Coro di Voci Bianche = 2 Borse di Studio di € 200  e 1 Concerto nella Stagione Concertistica 2014/2015

Categoria E = 2 Borse di Studio di € 300 e 1 Concerto nella Stagione Concertistica 2014/2015.

Categoria F, G, H, I = 4 Borse di Studio di € 600 e 2 Concerti nella Stagione Concertistica 2014/2015.

LA DOMANDA DI ISCRIZIONE VA INVIATA PER MAIL O CON RACCOMANDATA ENTRO E NON OLTRE IL 2 MARZO 2014.

Modulo di Iscrizione e Regolamento completo al sito :
www.studiomusicatreviso.it

mercoledì 19 febbraio 2014

CREMONA - MUSEO DEL VIOLINO. 2014


Una contaminazione fra antico e contemporaneo, fra innovazione e tradizione: nasce da qui la programmazione artistica del Museo del Violino di Cremona che, nei primi mesi del 2014, si articola in un percorso musicale ed espositivo con le rassegne :
' L'eredità di Nicolò Amati ' ,
' Liutai italiani del Novecento ' e
' I concerti del Conservatorio ' .
Il Museo del Violino, realizzato grazie al contributo della Fondazione Arvedi Buschini, è un nuovo polo espositivo che racconta cinque secoli di liuteria cremonese in un percorso tra gli strumenti dei grandi maestri come Antonio Stradivari, Giuseppe Guarneri "del Gesù", Andrea Amati e i suoi discendenti; inaugurato nel settembre 2013, conta già oltre 25 mila visitatori, tra cui molti stranieri.
Al Museo i visitatori di ogni età viaggiano nella storia alla scoperta degli strumenti ad arco più rari, tra suoni e immagini, resi reali grazie alle più moderne installazioni multimediali.
Completa il percorso museale il nuovo Auditorium Giovanni Arvedi, un gioiello di architettura con un'acustica tra le migliori al mondo, progettata dall'Ingegnere giapponese Yasuhisa Toyota. ( logicamente un ottimo Ingegnere, studioso di Musica.....e di certo NON Italiano, ottima scelta da parte di Cremona. )
L'Auditorium sarà il cuore di ' L'eredità di Nicolò Amati ' , un'escursione Musicale in cinque Concerti per ascoltare la Voce degli Strumenti della Collezione del Museo, costruiti dai grandi liutai del '600 Cremonese (Amati, Guarneri, Stradivari, Rugeri) e affidati ai Giovani Allievi dell'Accademia di Alto Perfezionamento ' Walter Stauffer ' di Cremona.
Tra gli appuntamenti spicca il Concerto di Sabato 10 Maggio, con il chitarrista barocco Rolf Lislevand che suonerà la chitarra Sabionari. Costruita da Antonio Stradivari.
E' l'unica chitarra del Maestro ad essere regolarmente suonata ancora oggi; lo Strumento appartiene alla Collezione della Famiglia Domenichini ed è esposto nella sezione friends of Stradivari, un network internazionale di collezionisti e appassionati che collabora con il Museo per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio artistico di strumenti di Stradivari

PROGRAMMA
D
omenica 9 Marzo, ore 11
Cecilia Ziano suona il Violino Clisbee, 1669, di Antonio Stradivari
delle Collezioni Civiche Liutarie del Comune di Cremona
Alice Baccalini, Pianoforte

D
omenica 13 Aprile, ore 11
Laura Marzadori suona il Violino Francesco Rugeri, 1675
delle Collezioni Civiche Liutarie del Comune di Cremona

S
abato 10 Maggio, ore 21
Rolf Lislevand suona la Chitarra Sabionari, 1679, di Antonio Stradivari
C
ollezione Famiglia Domenichini - friends of Stradivari

D
omenica 8 Giugno, ore 11
Rebecca Raimondi suona il Violino "Quarestani", 1689, di Giuseppe Guarneri filius Andreae
delle Collezioni Civiche Liutarie del Comune di Cremona
Alessandro Viale, Pianoforte
I Concerti saranno preceduti da una breve presentazione storico liutaria dello Strumento
In collaborazione con Centro di Musicologia Walter Stauffer
'
I Concerti del Conservatorio ' presentano un percorso musicale inusuale che attraversa generi diversi: dal Barocco ai canti popolari italiani, dalle percussioni a un Ensamble di sole Arpe, fino alle serenate per Flauti.

Programma :

Domenica 23 Febbraio, ore 11
Serenata per Fiati
Conservatorio Giuseppe Nicolini - Piacenza

D
omenica 23 Marzo, ore 11
Sulle corde dell'Arpa
Conservatorio Giuseppe Verdi - Como

D
omenica 30 Marzo, ore 11
Toyota Junior Sinfonietta
Toshiaki Hayashi Direttore

D
omenica 27 Aprile, ore 11
Suoni e volti del Barocco
Conservatorio Arrigo Boito - Parma

D
omenica 25 Maggio, ore 11
'
Ai preat ' : melodie e ricordi del canto popolare italiano
Conservatorio Antonio Vivaldi - Alessandria

D
omenica 22 Giugno, ore 11
I colori delle Percussioni
Conservatorio Lucio Campiani - Mantova

La tradizione liutaria cremonese ha influenzato nei secoli tutta l'Europa; nel nostro Paese, fino alla metà del Novecento, i liutai italiani si distinguono per la continuità a stili e metodi costruttivi, definendo scuole regionali con peculiarità e qualità proprie.
Per questo il Museo del Violino dedica una serie di mostre temporanee ai ' Liutai italiani del Novecento ' , con sei esposizioni curate da Fausto Cacciatori, conservatore degli strumenti del Museo.
All'Inaugurazione di ogni Mostra sono in programma Dibattiti, Conferenze e Audizioni per indagare gli aspetti più originali della produzione di Strumenti ad Arco e aprire a colloqui diretti con le Opere e i loro Autori.
Il Museo del Violino è un'eccellenza alla quale tutto il mondo guarda con interesse e curiosità e che racchiude in sé e valorizza il cuore pulsante di Cremona, Capitale Mondiale della Liuteria, recentemente iscritta tra i patrimoni immateriali dall'UNESCO per il ' Saper Fare Liutario Cremonese ' : una fucina di talenti dove l'antica tradizione liutaria vive quotidianamente nel lavoro degli Artigiani e in attività articolate tra conoscenza e abilità manuale, ricerca scientifica ed espressione Artistica.
Insieme allo sviluppo del network friends of Stradivari, che porterà a Cremona nuovi preziosi strumenti di del Maestro, il Museo del Violino sta sviluppando all'estero progetti di partnership, iniziative e occasioni di incontro dall'Europa alla Russia, dal Messico agli Stati Uniti.
Il Museo del Violino guarda al futuro, attraverso l'attività di ricerca integrata e connessa all'attività del Museo, dove sono attivi due Laboratori (in collaborazione con l'Università degli Studi di Pavia e il Politecnico di Milano) per indagare su materiali e acustica.
La complementarietà di competenze tra i due Laboratori e una gestione scientifica integrata fanno del Museo del Violino un centro di ricerca scientifica e diagnostica unico in Europa. A questo progetto partecipano anche i liutai cremonesi, che possono sottoporre ad analisi i propri strumenti e realizzarne di nuovi tenendo conto delle prove svolte in laboratorio.
Per realizzare e promuovere queste iniziative è nato ' l'Opificio del Suono ' , un piano biennale di sviluppo promosso da Fondazione Museo del Violino e Distretto culturale di Cremona, con il contributo di Fondazione Cariplo, che ha scelto di investire 850.000 euro per promuovere la conoscenza, la tutela e la conservazione del patrimonio liutario del Museo.

Per informazioni:
Museo del Violino

Palazzo dell'Arte
Piazza Marconi 5 - 26100 Cremona

Tel (+ 39) 0372 801801
Fax (+39) 0372 801888

email: info@museodelviolino.org
http://www.museodelviolino.org/



CONCORSO PIANISTICO - PREMIO LAMBERTO BRUNELLI

PREMIO LAMBERTO BRUNELLI 
Concorso pianistico nazionale quarta edizione 2014 

Il premio è stato istituito nel 2011 dalle Settimane musicali al Teatro Olimpico e dalla famiglia Brunelli per onorare la memoria dell'ing. Lamberto Brunelli (1941-2010), imprenditore, musicofilo, socio e sostenitore del festival per molti anni. 
Possono concorrere alla IV edizione del premio giovani pianisti italiani e stranieri che nel corso dell'anno solare 2013 abbiano ottenuto la laurea triennale (I livello) in pianoforte oppure il diploma di vecchio ordinamento presso i conservatori di musica e gli istituti musicali pareggiati italiani. 

Il Premio Brunelli consisterà in: 
-un concerto nell'ambito delle Settimane Musicali al Teatro Olimpico 2014 (Progetto Giovani), già in programma per il giorno 14 giugno 2014 presso le Gallerie d'Italia -Palazzo Leoni Montanari a Vicenza; 
-una borsa di studio di euro 1.500,00 (al lordo delle ritenute di legge) messa a disposizione dalla famiglia Brunelli. 

SELEZIONI E PROGRAMMA 
Le selezioni dei candidati avranno luogo il 6 maggio 2014 presso Villa Caldogno a Caldogno (Vicenza) e consisteranno in una prova unica di esecuzione pianistica. 
I candidati dovranno eseguire un programma della durata massima di 30 minuti, comprendente almeno un'opera di Chopin. 
Le esecuzioni saranno aperte al pubblico. 
é richiesta l'esecuzione a memoria. 
Ai candidati che ne faranno esplicita richiesta verrà data l'opportunità di provare (per circa 30 minuti) il pianoforte il pomeriggio del giorno precedente. 

COMMISSIONE GIUDICATRICE 
I concorrenti saranno ascoltati da una commissione composta da quattro musicisti di chiara fama, designati dalla direzione artistica del festival. 
La commissione sarà presieduta dal Direttore Artistico del Festival o da un suo delegato. La commissione ha facoltà di richiedere l'esecuzione anche solo parziale del programma presentato. 
La commissione stilerà una graduatoria di merito espressa in centesimi, procedendo se necessario anche al voto per scrutinio segreto. 
Il candidato che avrà ottenuto il punteggio più alto, e comunque non inferiore a 90/100, sarà proclamato vincitore del concorso ed avrà diritto alla borsa di studio e al concerto. 
Nel caso in cui uno dei candidati risulti essere allievo di un membro della commissione, quest'ultimo non potrà assistere alla prova del candidato né partecipare alla discussione e al voto in relazione al candidato suddetto. 
La commissione giudicatrice, a suo insindacabile giudizio, si riserva la facoltà di non assegnare il premio qualora nessun candidato raggiunga l'idoneità prevista dal regolamento. La decisione della commissione sarà comunque inappellabile. 
La commissione ha facoltà di attribuire menzioni speciali ai partecipanti che ne saranno ritenuti idonei. 

A tutti i partecipanti verrà comunque rilasciato un diploma di partecipazione. 

ISCRIZIONE 
La domanda di iscrizione dovrà essere inviata tassativamente entro il 17 aprile 2014
- per posta, a mezzo raccomandata (con ricevuta di ritorno) all'indirizzo: Settimane Musicali al Teatro Olimpico 
Piazzale Giusti, 23 
36100 Vicenza. 

- oppure (in alternativa) via e-mail, con notifica di ricevuta di ritorno, a: 
info@olimpico.vicenza.it e in copia a luca.fornasa@olimpico.vicenza.it 

Faranno fede la data del timbro postale di spedizione o la data di invio delle e-mail. 

Alla domanda di iscrizione dovranno essere allegati: 
-modulo di iscrizione (allegato al presente bando) compilato in ogni suo punto e debitamente firmato due volte dal candidato; 

- copia in carta semplice dell'attestato di diploma o di laurea; 
- copia in carta semplice di un documento di riconoscimento; 

Le domande incomplete, con timbro postale posteriore al 17 aprile 2014, o inviate con e-mail in data posteriore al 17 aprile 2014 non saranno prese in considerazione

Tra tutte le domande di iscrizione pervenute, la segreteria delle Settimane musicali selezionerà quelle dei 12 candidati che abbiano ottenuto la miglior votazione di laurea o diploma, i quali verranno dunque ammessi alla selezione. In caso di parità di voto di laurea o diploma verrà ammesso il candidato di età inferiore. 

Eventuali ripescaggi avverranno solo se tra i primi 12 candidati ci saranno esplicite defezioni. 

Tutti i candidati ammessi saranno contattati dalla segreteria del festival per la comunicazione dell'indirizzo esatto del luogo e dell'orario della prova di esecuzione. I candidati dovranno presentarsi alle selezioni muniti di documento di identità. 
La borsa di studio verrà consegnata al vincitore da un delegato della famiglia Brunelli in occasione del concerto di sabato 14 giugno 2014. Tale data non potrà in nessun caso essere modificata, e l'assegnazione del premio sarà comunque ad essa subordinato. 

L'invio della domanda di iscrizione presuppone l'accettazione integrale, da parte del candidato, delle norme del presente bando di concorso. 

martedì 18 febbraio 2014

ENZO FERRARI

Enzo Anselmo Ferrari nasce a Modena il 18 Febbraio 1898.
E' stato uno dei più grandi imprenditori italiani oltre al essere Ingegnere e Pilota Automobilistico.
Fondatore della Casa Automobilistica che porta il suo nome, la cui sezione sportiva, la Scuderia Ferrari conquistò, lui vivente, 9 campionati del mondo piloti di Formula Uno e 15 totali.

Nel 1914 Enzo Ferrari divenne corrispondente giornalistico da Modena per la Testata ' La Gazzetta dello Sport '.
Dopo la Prima Guerra Mondiale, Enzo Ferrari cercò un lavoro presso la FIAT, ottenendo un rifiuto. Nel 1919 trovò occupazione in una piccola impresa meccanica nel milanese, della quale era socio l'amico Ugo Sivocci, conosciuto da Enzo Ferrari durante la sua attività di giornalista sportivo. La prima gara importante cui partecipò come pilota fu la ' X Targa Florio ', ma con scarso successo.

Nel 1920 cominciò a correre con la Alfa Romeo, che all'epoca era un club per Gentlemen Driver. Nel 1923 Enzo Ferrari vinse la Prima Edizione del Gran Premio del Circuito del Savio.
In quell'occasione, la madre di Francesca Baracca, la Contessa Paolina Biancoli, gli consegnò il simbolo che l'Aviatore portava sulla carlinga: un Cavallino Rampante.
E gli disse: ' Ferrari, metta sulle sue macchine il cavallino rampante del mio figliolo. Le porterà fortuna ' .
A partire dal 1932 questo Simbolo apparve sulla carrozzeria delle Vetture prodotte da Ferrari.
Nel 1943 Enzo Ferrari trasferì la Sede nel suo nuovo stabilimento di Maranello. Dopo la guerra Ferrari creò ' La Scuderia Ferrari ', la sezione sportiva della Casa automobilistica Ferrari, che era esistente fin dal 1930 ma che fu costituita in Ragione Sociale dal 1947, e che è attualmente la più nota squadra del mondo automobilistico sportivo.
Il primo titolo mondiale di F1 giunse nel 1952 con Alberto Ascari (l'Alfa Romeo si era ritirata alla fine del 1951 per concentrare i propri sforzi sulla produzione di auto stradali).
La ' Scuderia Ferrari ' è attiva nel campionato del mondo di Formula Uno fin dalla sua istituzione, e ne ha vinto 15 volte il titolo piloti e 16 volte quello costruttori.
Ferrari fu insignito di molti titoli, ma quello di cui più si vantava era quello di "ingegnere meccanico", datogli ad honorem nel 1960 dall'Università di Bologna.
Inoltre, nel 1988 gli fu conferita anche la laurea honoris causa in "Fisica" dall'Università di Modena e Reggio Emilia.
Negli anni '60 l'azienda fu trasformata in S.p.A.
Nel 1969, a fronte di difficoltà finanziarie, Ferrari fu costretto a cedere una quota della sua impresa alla FIAT (dopo aver rifiutato l'offerta Ford) che, inizialmente presente come socio paritario, ne assunse in seguito il controllo (attualmente la FIAT detiene il 90% della Ferrari, il restante 10% è in mano a Piero Ferrari ).

AUGURI A ENZO FERRARI.

Enzo Ferrari e il suo Cavallino Rampante

lunedì 17 febbraio 2014

17 FEBBRAIO - SANTI SETTE FONDATORI DELL'ORDINE DEI SERVI DELLA BEATA VERGINE MARIA

Oggi 17 Febbraio, è la Commemorazione dei ' Santi Sette Fondatori dell'Ordine dei Servizi della Beata Vergine Maria'.
Ma nascono le domande....chi erano e cosa hanno fatto per meritare l'appellativo di Fondatori ?

Intorno al 1233, mentre Firenze era sconvolta da lotte fratricide, sette Mercanti, Membri di una Compagnia Laica di fedeli devoti della Beata Vergine, legati tra loro dell’Ideale Evangelico della Comunione fraterna e del Servizio ai Poveri, decisero di ritirarsi in solitudine per far vita comune nella penitenza e nella contemplazione.
Abbandonata l’Attività Commerciale, lasciarono le proprie case e distribuirono i beni ai poveri.
Verso il 1245 si ritirarono sul Monte Senario, nei pressi di Firenze, dove costruirono una piccola dimora e un oratorio dedicato a Santa Maria.
Conducevano vita austera e solitaria, non ricusando tuttavia l’incontro con le persone che, spinte dal dubbio e dall'angoscia, cercavano il conforto della loro Parola.
Diffondendosi sempre più la fama della loro santità, molti chiedevano di far parte della loro famiglia.
Pertanto essi decisero di dare inizio ad un Ordine dedicato alla Vergine, di cui si dissero Servi - l’Ordine dei Servi di Maria -, adottando la Regola di Sant'Agostino.
Nel 1888 Leone XIII canonizzò insieme i sette primi Padri. A Monte Senario un unico Sepolcro raccoglie insieme le spoglie mortali di coloro che la Comunione di Vita aveva resi un cuor solo e un’anima sola.

SAN BONFIGLIO
Padre e Guida del Gruppo Laico e poi Priore della nascente comunità dei Servi di Maria.
Viene raffigurato con la Colomba bianca che si posa sulla sua spalla destra, per indicare quei doni dello Spirito Santo di cui ciascuno dei Sette era adornato, maggiormente manifestato in lui per il suo carisma di Padre del primo Gruppo e della Comunità poi.
Morì, secondo la tradizione, il 1° gennaio 1262.

SAN BONAGIUNTA
Uomo austero verso se stesso, ma dolce, amabile e comprensivo verso il prossimo.
Ance egli ricoprì la carica di Priore Generale tra il 1256 e il 1257.
Per la sua tenacia difesa della verità e della giustizia, cercarono di avvelenarlo, ma fu liberato da Dio.
Morì il 31 agosto 1267.

SAN MANETTO
Anche egli Priore Generale, fu Uomo di grandi capacità organizzative e direttive, tanto che si attribuiscono a lui le prime Fondazioni in terra di Francia.
Fu lui ad accogliere Arrigo di Baldovino, primo di quella Schiera di Laici che si aggregò all'Ordine dei Servi.
La tradizione pone il giorno della sua Morte il 20 agosto 1268.

SANT'AMADIO
Possiamo dire che nel Gruppo dei Sette egli era come la fiamma che dava calore a tutti con la sua grande carità che si alimentava dell’amore di Dio.
Il suo nome, Ama-Dio, fu un vero presagio, segno della ricchezza della sua vita spirituale e di carità. Morì il 18 aprile 1266.

SAN SOSTEGNO E SANTO UGUCCIONE
Di questi due Santi si ricorda in particolare la loro Amicizia, tanto che l’iconografia li rappresenta insieme, e la morte, avvenuta per ambedue lo stesso giorno e anno ( 3 maggio 1282 ) è come un segno e un sigillo di autenticità del cielo alla loro fraternità.
Nel gruppo dei Sette, essi rimangono dunque come simbolo di fraternità vissuta in Comunione di vita e di intenti, ma anche come segno specifico di amicizia che, se vera e gratuita, da Dio è ispirata e reciprocamente aiuta a salire a Dio.

SANT'ALESSIO
Della famiglia dei Falconieri, zio di Santa Giuliana, esempio fulgido di umiltà e purezza.
La sua Vita fu una continua lode a Dio.
Amava andare per la questua, impegnandosi specialmente a sostenere i suoi Frati mandati a studiare alla Sorbona di Parigi.

È morto all'età di 110 anni il 17 febbraio 1310.

ABOLIZIONE DELLA FILOSOFIA NEI LICEI E NELLE UNIVERSITA' ITALIANE

Il Mondo della Filosofia Italiana è in comprensibile fermento.

In base ad una recente normativa, questa importante Materia, è stata eliminata dalle tabelle di vari Corsi di Laurea, come quelli di Pedagogia e Scienze dell'Educazione, con la ardita, ma senza fondamento, motivazione che si tratta di una ' Disciplina troppo specialistica '.
E che dunque dove si educano gli Educatori non c'è bisogno di essa.
Ma c'è anche di peggio. Sta prendendo corpo il PROGETTO di abbreviare il Ciclo delle Scuole Secondarie a Quattro Anni, con la conseguente riduzione dell'Insegnamento della Filosofia a soli due anni.
Questi PROGETTI solo SOLO Disegni degli Staff di Funzionari del Ministero dell'Istruzione ma segnalano la SPAVENTOSA CARENZA CULTURALE di coloro che sono preposti all'Organizzazione della Cultura Italiana.
L'idea di ridurre la Filosofia è la punta di un attacco generalizzato al Sapere Umanistico Italiano.
E quindi si vuole così chiudere lo Spazio dove si forma lo Spirito Critico.
Indebolire ogni resistenza a un diffuso realismo in base a cui NON c'è da prefigurare NULLA di diverso da quello che abbiamo sotto gli occhi e si ' vede tutti i giorni '.
Il PROGETTO è SBAGLIATISSIMO!
La Filosofia è SEMPRE SERVITA E SERVIRA' SEMPRE!
Per capire le altre Scienze, per capire le Differenze che ci sono tra Scienza e Scienza.
Per ' allargare ' gli Orizzonti Culturali di qualsiasi Persona.
Mi auguro di cuore che questo ' Disegno ' NON prenda piede, altrimenti nei Licei come all'Università, NON si insegnerà, e a modo, una Materia ' Base ' ma tante altre ( che potrei definire di ' Seconda Categoria ' ) sempre utili alla Cultura dello Studente ma MAI così importanti quanto la FILOSOFIA.