mercoledì 12 luglio 2017

CINEMA - DARIO ARGENTO - ' OPERA '

Opera è un Film diretto da Dario Argento del 1987.

Trama :
Betty, una giovane soprano esordiente, deve prendere il posto di una più celebre e anziana collega alla vigilia della prima del Macbeth di G. Verdi, che nell'ambiente dell'opera si dice porti sfortuna a chi la interpreta. La ragazza accetta nonostante abbia brutti presentimenti. La sera della prima, qualcuno si intrufola in uno dei palchi adibiti alle luci e uccide violentemente una maschera, facendo cadere le stesse luci e interrompendo momentaneamente lo spettacolo. La stessa notte, il killer entra nella sala costumi e squarcia gli abiti di scena di Betty, ma viene infastidito dai corvi lì presenti, che scappano dalla gabbia e lo attaccano; il killer ammazza alcuni uccelli e poi si dà alla fuga, perché il rumore ha attirato l'attenzione del guardiano. Intanto Betty ha passato la notte con Stefano, il giovane aiuto regista; il ragazzo esce dalla stanza per preparare del tè e l'assassino ne approfitta per intrufolarsi nella dimora e imbavagliare Betty, attaccandole sugli occhi degli spilli per non farle chiudere le palpebre; Stefano torna nella stanza e, avvicinatosi a Betty, legata e imbavagliata, cade nella trappola dell'assassino, che lo sgozza. Successivamente Betty incontra la costumista Giulia che nota sul costume usato da Betty un bracciale con una data; in quel momento il killer irrompe nella stanza, lega e imbavaglia nuovamente Betty e, dopo una colluttazione con Giulia, riesce ad avere la meglio e la uccide, dopo aver recuperato il bracciale.
Il regista Marco è preoccupato e Betty, su consiglio della sua agente Mira, contatta il commissario di polizia Alan Santini, il quale le manda a casa un agente di scorta. A un certo punto l'agente scompare e arriva Mira; le due donne si rifugiano in cucina e, pensando che non ci sia più nessuno nell'appartamento, tornano all'ingresso; Mira guarda un attimo nello spioncino della porta e nota un uomo con distintivo di polizia e rivoltella che chiede di entrare, ma la donna non si fida. L'uomo tira fuori la pistola e spara allo spioncino, colpendo e uccidendo Mira.
Betty cerca una via di fuga e viene salvata dalla figlia di una sua vicina, Alma, che la porta nel suo appartamento attraverso il condotto di ventilazione; la madre della piccola, sorpresa della presenza di Betty, non crede al suo racconto e la manda via. Giunta al teatro, Betty incontra Marco, il quale le spiega l'ingegnoso sistema che ha escogitato per prendere l'assassino: utilizzare i corvi che avevano assalito il killer per scovarlo fra il pubblico.
Durante lo spettacolo successivo, vengono liberati alcuni corvi che iniziano a volare per il teatro, per poi colpire l'assassino e cavargli un occhio; l'assassino è il commissario di polizia Alan. Quando la situazione sembra essersi ristabilita, Alan rapisce Betty e si rinchiude con lei in una stanza, e dopo averla legata a una sedia le rivela che in passato aveva avuto una relazione morbosa con la madre di Betty, secondo cui lei lo costringeva a rapire, seviziare e uccidere giovani ragazze, sotto gli occhi di lei, per farle provare un perverso piacere sessuale. Questo accadeva prima che Alan decidesse di ucciderla. Ora Alan è ossessionato da Betty, che considera uguale alla madre, e dopo averla bendata, si dà fuoco. Ma la ragazza riesce a salvarsi dall'incendio.

Qualche tempo dopo, Betty e Marco sono in vacanza e, mentre la cantante fa una passeggiata, il regista apprende da un telegiornale che il vero corpo dell'assassino non è stato ritrovato. Betty viene assalita da Alan e Marco accorre in sua difesa, ma viene accoltellato; Alan insegue Betty e la cattura, ma la ragazza fa credere al killer di essere come sua madre; è solo un tranello della ragazza che colpisce Alan e chiama a gran voce le guardie nascoste nella foresta che fermano e arrestano il killer.

Nessun commento:

Posta un commento