lunedì 31 luglio 2017

LIBRI – AFORISMI DI PRIMO LEVI

“Distruggere l’uomo è difficile, quasi quanto crearlo: non è stato agevole, non è stato breve, ma ci siete riusciti, tedeschi”
.
“Quando c’è la guerra, a due cose bisogna pensare prima di tutto: in primo luogo alle scarpe, in secondo alla roba da mangiare”
.
“Guai a sognare: il momento di coscienza che accompagna il risveglio è la sofferenza più acuta”
.
“Meglio astenersi dal governare il destino degli altri, dal momento che è già difficile ed incerto pilotare il proprio.”
.
“Pochi sono gli uomini che sanno andare a morte con dignità, e spesso non quelli che ti aspetteresti”
.
“Tutti coloro che dimenticano il loro passato, sono condannati a riviverlo”
.
“Auschwitz è fuori di noi, ma è intorno a noi, è nell'aria”
.

“Perché la memoria del male non riesce a cambiare l’umanità? A che serve la memoria?”

LIBRI – 10 FRASI DA RICORDARE DE ‘ IL PICCOLO PRINCIPE ‘

“Quando tu guarderai il cielo, la notte, visto che io abiterò in una di esse, visto che io riderò in una di esse, allora sarà per te come se tutte le stelle ridessero. Tu avrai, tu solo, delle stelle che saranno ridere!”
.
“E mi piace la notte ascoltare le stelle. Sono come cinquecento milioni di sonagli…”
.
“Certo che ti farò del male. Certo che me ne farai. Certo che ce ne faremo. Ma questa è la condizione stessa dell’esistenza. Farsi primavera, significa accettare il rischio dell’inverno. Farsi presenza, significa accettare il rischio dell’assenza…”
.
“Non ti chiedo miracoli o visioni, ma la forza di affrontare il quotidiano. Preservami dal timore di poter perdere qualcosa della vita. Non darmi ciò che desidero ma ciò di cui ho bisogno. Insegnami l’arte dei piccoli passi…”
.
“Se tu vuoi bene ad un fiore che sta in una stella, è dolce, la notte, guardare il cielo. Tutte le stelle sono fiorite.”
.
“È molto più difficile giudicare se stessi che gli altri, se riesci a giudicarti bene è segno che sei veramente un saggio.”
.
“Amare non è guardarsi a vicenda, ma guardare nella stessa direzione!”
.
“…Non si vede bene che con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi.”
.
“È il tempo che si è perduto per una persona a determinare la sua importanza.”
.

“Tutti i grandi sono stati piccoli, ma pochi di essi se ne ricordano.”

DENIS DIDEROT

Denis Diderot, nasce in Francia il 5 Ottobre 1713, muore il 31 Luglio 1784.
Filosofo, Enciclopedista e Scrittore francese.


Fu uno dei massimi rappresentanti dell'Illuminismo e uno degli intellettuali più rappresentativi del XVIII Secolo, amico e collaboratore di Voltaire e del Barone d'Holbach.

Fu promotore ed editore dell' Encyclopédie, avvalendosi inizialmente dell'importante collaborazione di d'Alembert, che però alle prime difficoltà con la censura (dopo la condanna de L'esprit di Helvétius, anch'egli collaboratore) si ritirerà.

Sarà Diderot, dirigendo l'opera, raccogliendo finanziamenti e scrivendo circa 1500 voci, spesso anonime, che porterà avanti quasi da solo l'impresa, sino all'uscita degli ultimi volumi nel 1772.
Oltre al colossale lavoro enciclopedico, 
Diderot scrisse opere filosofiche e teatrali, romanzi, articoli e saggi su disparati argomenti.


Opere :

  • Ironie morali
  • Lettere a Sofia
  • Scritti di estetica
  •  Giacomo il fatalista e il suo padrone
  • I gingilli indiscreti
  • Opere filosofiche
  • I gioielli indiscreti
  • La religiosa
  • Scritti politici
  • Sogno di D'Alembert
  • Enciclopedia
  • Commento alla Lettera sull'uomo di Hemsterhuis
  • Memorie per Caterina II
  • La teoria e la pratica dell'arte
  • Antologia dall'Encyclopedie di Diderot e d'Alembert
  • Potere politico e libertà di stampa
  • La monaca
  • I gioielli indiscreti
  • Teatro e scritti sul teatro
  • Encyclopedie di Diderot e d'Alembert: dizionario ragionato di scienze arti e mestieri
  • La passeggiata dello scettico: colloquio sulla religione, la filosofia, la mondanità
  • Lettera sui sordi e sui muti
  • La passeggiata dello scettico
  • Lettere sui sordomuti e altri scritti sulla natura e sul bello
  • Teatro
  • Viaggio in Olanda
  • Racconti
  • Interpretazione della natura
  • Siamo tutti libertini: lettere a Sophie Volland, 1759-1762
  • Dialoghi filosofici
  • Saggi sulla pittura
  •  L'uomo e la morale
  • Therese philosophe
  • I gioielli indiscreti
  • L'uccello bianco: racconto blu
  • Jacques il fatalista e il suo padrone
  • Ritorno alla natura: Supplemento al Viaggio di Bougainville
  • Il nipote di Rameau
  • Trattato sul bello
  • Interpretazione della natura
  • Il sogno di D'Alembert
  • Ricerche filosofiche sull'origine e la natura del bello
  •  Pensieri sull'interpretazione della natura
  • Lettera sui ciechi per quelli che ci vedono
  • Mystification, o La storia dei ritratti
  • Tre racconti
  • La religiosa
  • Paradosso sull'attore
  • Pensieri sull'interpretazione della natura ai giovani che si dispongono allo studio della filosofia naturale
  • I gioielli indiscreti
  • L'antro di Platone
  • Encyclopedie di Diderot e d'Alembert: tutte le tavole
  • Paradosso sull'attore
  • Supplemento al Viaggio di Bougainville

PADRE GEORG GANSWEIN

Georg Gänswein, nasce il 30 Luglio 1956.
Arcivescovo tedesco, dal 7 Dicembre 2012 Prefetto della Casa Pontificia.

Il 19 Dicembre 1982 viene ordinato Diacono dall’Arcivescovo metropolita di Friburgo in Brisgovia O. Saier, il quale lo ordina presbitero il 31 Maggio 1984.
Dopo aver svolto per due anni le funzioni di Cappellano nella propria arcidiocesi, studia Diritto canonico a Monaco di Baviera, dove ottiene il Dottorato nel 1993.
Nel 1994 è nominato dall'Arcivescovo Saier vicario della Cattedrale di Friburgo in Brisgovia e suo segretario personale. Nel 1995 è nominato, dall'allora Prefetto della Congregazione per il Culto divino e la Disciplina dei Sacramenti A.M.J. Ortas, collaboratore della congregazione stessa.
Nel 1996 è trasferito alla Congregazione per la Dottrina della Fede su esplicita richiesta dell'allora Prefetto Joseph Ratzinger. Ottiene anche una Cattedra di Diritto canonico presso la Pontificia Università della Santa Croce di Roma, appartenente all'Opus Dei.
Nel 2000 Papa Giovanni Paolo II gli concede il titolo onorifico di Cappellano di Sua Santità.
Dal 2003 è segretario personale del Cardinale Joseph Ratzinger; dopo l'elezione al soglio di Pietro, il 19 Aprile 2005, è confermato nell'incarico. Nel Marzo 2006 Papa benedetto XVI lo onora con l'ulteriore titolo di Prelato d’onore di Sua Santità.  

Ministero episcopale :

Il 7 Dicembre 2012 Papa Benedetto XVI o nomina Prefetto della Casa Pontificia ed Arcivescovo titolare di Urbisaglia, succede a J.M. Harvey, precedentemente nominato arciprete della Basilica di San Paolo fuori le mura. Il 6 Gennaio 2013 riceve l'ordinazione episcopale, nella Basilica di San Pietro in Vaticano, per l'imposizione delle mani dello stesso Pontefice.
Dopo la rinuncia al Ministero petrino di Papa Benedetto XVI, il 28 Febbraio 2013, resta prefetto della Casa Pontificia e suo segretario particolare, vivendo con lui dapprima presso il Palazzo Pontificio di Castel Gandolfo e in seguito nel Monastero Mater Ecclesiae.


HARRY POTTER - 31 LUGLIO 1980

Harry James Potter è il protagonista dell’omonima serie di Libri scritta ed ideata da J.K. Rowling tra gli Anni ’90 e il 2007.

Harry Potter nasce il 31 Luglio 1980 a Godric's Hollow da genitori maghi. Rimane orfano all'età di 1 anno e pochi mesi, quando Lord Voldemorf  fa irruzione nella casa di famiglia dei Potter e uccide i suoi genitori James Potter e Lily Evans, che si sacrificano per salvargli la vita. Grazie all'amore della madre, l'Anatema che Uccide lanciatogli contro da Voldemort rimbalza, lasciandogli una strana cicatrice a forma di saetta e distruggendo Voldemort stesso. Il piccolo Harry viene così affidato agli zii Petunia  (sorella di Lily) e Vernon Dursley, i quali però non lo accolgono a braccia aperte: per molti anni lo tratteranno male, negandogli un'infanzia felice. Harry si rende conto che qualcosa di inspiegabile succede attorno a lui, e non ne comprende la causa: i suoi capelli, quasi completamente rasati, ricrescono in una notte, per scappare dalle prepotenze del cugino Dudley finisce, senza sapere come, sul tetto della scuola, fa diventare blu il parrucchino di un insegnante e fa scomparire un vetro in uno zoo.
La risposta gli arriverà al suo undicesimo compleanno: lui è un mago, e nel mondo dei maghi (che esiste parallelamente a quello dei Babbani, i non maghi) è per giunta molto famoso, perché è l'unico che è riuscito a sopravvivere a Lord Voldemort (come prova la famosa cicatrice) e all'Anatema che Uccide. Harry è di diritto iscritto dalla nascita ad Hogwarts, la scuola dei maghi, e durante il viaggio per giungervi incontra Ron Weasley, che diventerà il suo più grande amico, e Hermione Granger, un'altra ragazza del primo anno, sua futura migliore amica. Ben presto i tre diventeranno amici inseparabili ed insieme vivranno una lunga serie di avventure.
Sin dall'inizio appare come un mago buono, timido ed educato. Crede nel profondo senso dell'amicizia e dell'amore. Sempre in prima linea contro il male, si dimostra coraggioso nell'affrontare le sue scelte e le conseguenze delle sue azioni. Nella lotta contro il male ed in particolare contro Lord Voldemorf manifesta spesso la sua ira e il suo rancore, a causa della morte per mano dello stesso Voldemort di entrambi i suoi genitori. Altra caratteristica imprescindibile del carattere di Harry è la fierezza con cui persegue i suoi ideali e la perseveranza che lo spinge ad affrontare le peripezie del mondo magico (ad esempio si ostina a tornare ad Hogwarts a secondo anno, nonostante gli avvertimenti di pericolo dell'elfo Dobby riguardo al complotto della Camera dei Segreti). Appare come un ragazzo capace di imparare, umile, che non ama vantarsi di cos'ha fatto e non vuole abbandonare gli amici.


CECILIA MANGINI

Cecilia Mangini, nasce il 31 Luglio 1927.
Regista, Fotografa italiana.


Filmografia :

Regia :
Stendali – suonano ancora
La statua di Stalin
Il viagio con Cecilia

Sceneggiature :
Stendali – suonano ancora
La statua di Stalin
La torta in cielo
La villeggiatura
Antonio Gramsci
Klon
Regina Coeli
In viaggio con Cecilia

JEANNE MOREAU

Jeanne Moreau, nasce a Parigi ( Francia ) il 23 Gennaio 1928.
Muore il 31 Luglio 2017.

Attrice e Regista francese.

Interprete versatile ed incisiva, già intorno ai vent'anni era una delle più famose Attrici francesi. Grazie soprattutto al riconoscimento del suo talento da parte di L. Malle, è diventata una delle Attrici di punta negli Anni '50.


Filmografia ( parziale ) :
  • Pigalle-Saint-Germain-des-Prés
  • L'Uomo della mia vita
  • E' Mezzanotte, Dottor Schweitzer
  • Il peccato di Giulietta
  • Il buon alloggio
  • La Regina Margot
  • Uomini in bianco
  • I giganti
  • Fino all'ultimo
  • I truffatori
  • Partita a tre
  • Spalle al muro
  • Gli amanti
  • Le relazioni pericolose
  • Moderato cantabile – storia di uno strano amore
  • La notte, regia di M. Antonioni
  • Jules e Jim, regia di F. Truffaut
  • Eva
  • Il processo, regia di O. Welles
  • I vincitori
  • Il treno
  • Mata-Hari, Agente segreto H21
  • Viva Maria!
  • Falstaff, regia di O. Welles
  • La sposa in nero, regia di F. Truffaut
  • Storia immortale, regia di O. Welles
  • Il corpo di Diana
  • The deep, regia di O. Welles
  • Conto alla rovescia
  • I santissimi
  • L'arrivista
  • Scene di un'amicizia tra donne
  • Gli ultimi fuochi
  • Plein sud
  • Ricordati Venezia
  • Nikita, regia di L. Besson
  • Il miracolo
  • Fino alla fine del mondo, regia di W. Wenders
  • la leggenda di un amore. Cindirella
  • Il tempo che resta
  • Carmel
  • Visage
  • A lady in Paris





CINEMA - NANNI MORETTI - ' LA MESSA E' FINITA '

La messa è finita è un Film diretto da Nanni Moretti del 1985.

Trama :

Anni ’80 : Don Giulio, sacerdote inviato in missione in un Paese lontano per alcuni anni, ritorna a Roma, sua città natale, dove gli viene assegnata una piccola parrocchia di periferia. Ristabilisce i rapporti con la sua famiglia e cerca di riprendere i contatti con gli amici d'infanzia. Tuttavia, ben presto si accorge che ogni cosa è cambiata: il suo amico Saverio, deluso da una storia d'amore finita male, è divenuto paranoico ed è chiuso in casa. Cesare dichiara di voler avvicinarsi al cattolicesimo, ma la sua sembra una decisione di convenienza e non dettata da vera fede. 
Un altro amico, Andrea, ha un passato di terrorista ed è alle prese col processo.
L'ex parroco, Don Antonio, vive vicino alla chiesa e ha messo su famiglia. Un altro amico, Gianni, vive la sua omosessualità non dichiarata. Don Giulio non riesce a far breccia in nessuna delle loro vite. La situazione peggiore è però all'interno della sua famiglia, dove suo padre, ormai anziano, prende una cotta per una ragazza molto più giovane e lascia la moglie, che entra in una profonda depressione. Mentre il giovane prete perde l'entusiasmo che aveva caratterizzato il suo arrivo nella Parrocchia, sua madre, incapace di accettare l'addio del marito, si toglie la vita.

Come se non bastasse la sorella Valentina gli comunica che ha intenzione di andarsene a vivere da sola e di abortire il figlio avuto con il fidanzato Simone, un giovane uomo immaturo e stravagante che ha come unico interesse il bird-watching sui monti. Celebrando la Messa per il Matrimonio di Cesare, Giulio annuncia ai fedeli di voler lasciar la parrocchia per andare in una sperduta missione in Patagonia, dove per molti anni ha svolto la propria opera un frate francescano da lui incontrato a Roma. Il confronto con gente semplice e povera darà a don Giulio l'occasione per recuperare la fede nel sacerdozio.

CINEMA - DARIO ARGENTO - ' IL CARTAIO '

Il cartaio è un Film del 2004 diretto da Dario Argento.

Trama .

A Roma, la poliziotta Anna Mari, sotto stress per le ricerche di una turista inglese scomparsa, rifiuta un mazzo di fiori regalato da Carlo, un collega che le fa la corte. Poco dopo, mentre lavora al computer, riceve un inquietante messaggio da un tale che si fa chiamare il "Cartaio": l'uomo dice di aver rapito la turista che stanno cercando e che ora vuole giocarne la sua vita a videopoker via Internet con la polizia. Anna avverte il suo capo, che diffida dal seguire le istruzioni dettate da un criminale. Seguite comunque le indicazioni che portano al sito del videopoker, attraverso una webcam, si vede il volto imbavagliato della ragazza alla quale il delinquente ha promesso di infliggere una mutilazione per ogni mano di poker che la polizia perderà. Anna vorrebbe giocare ma il suo capo glielo impedisce assumendosi la responsabilità delle conseguenze. Scaduto l'ultimatum, in effetti, il maniaco uccide la turista, sgozzandola per mezzo di un grosso taglierino. Al Complesso del Buon Pastore, sede del commissariato, arriva John Brennan, poliziotto irlandese che si allea con Anna per risolvere il caso. Intanto in un lago fuori città viene ritrovato il cadavere, in pessimo stato, della turista: all'obitorio John trova un seme di una pianta molto comune nella zona all'interno del naso della ragazza, e lo interpreta come un segno di riconoscimento del Cartaio. La polizia intanto riesce a delineare la mente del maniaco: si tratta di uno psicopatico la cui follia è cresciuta in seguito ad azioni criminose come la roulette russa.
In una notte seguente, un'altra ragazza viene catturata dal maniaco. Quando viene riproposto di nuovo il gioco, il capo cede alle insistenze e permette di interagire con il criminale. Si fa avanti Carlo; sfortunatamente perde e non riesce a salvare dalla morte la seconda vittima. Ascoltando una registrazione della seconda partita, John Brennan ode uno strano tonfo che potrebbe avvicinarlo alla soluzione. Quando viene rinvenuto il corpo della seconda ragazza le viene estratto dall'orecchio un seme di passiflora, dello stesso tipo trovato sulla prima. In una sala giochi Anna e John reclutano Remo, un giovane supercampione nel gioco del videopoker: Anna lo mette subito alla prova con il Cartaio, che ha rapito una terza vittima. Remo, all'inizio, sta vincendo ma un'imprevista ribellione della ragazza ne provoca l'uccisione, indipendentemente dalla partita in corso. Durante la colluttazione la webcam cade e riesce ad inquadrare l'interno del covo dell'assassino, ossia quel che pare un garage o un seminterrato. Intanto, proprio mentre nasce una storia tra John e Anna, questa viene aggredita in casa sua dal serial killer. Una sera, il maniaco rapisce anche la figlia del questore, Lucia. Viene proposta l'ennesima partita e Remo, inizialmente titubante, riesce alla fine a vincere. La ragazza viene rilasciata viva in un vicolo buio di Roma. Festeggiata la vittoria, Remo va a festeggiare in un locale dove usava procurarsi la droga. Qui viene sedotto da una ragazza che lo porta in un condotto fognario presso il Tevere. Qui la ragazza gli rivela che qualcuno ha promesso di pagarla in cambio di condurre lì Remo: in quell'istante qualcuno uccide con un colpo di pistola la ragazza e la voce artefatta dell'assassino lo costringe a imboccare un tunnel. Remo raggiunge così una piattaforma sopra il fiume: qui viene catturato dal maniaco che lo trascina in acqua servendosi di una corda e di un motoscafo. Dopo aver tentato invano di fuggire, Remo viene arpionato al collo e assassinato.
Al funerale del ragazzo, Anna riesce a scoprire un inquietante indizio: l'assassino si nasconde tra la polizia. John continua a indagare e scopre che il rumore sentito durante una registrazione della seconda partita era il cannone di Mezzogiorno, sparato ogni giorno alle dodici precise: ciò significa che la partita era truccata e che il maniaco aveva ucciso la vittima tre ore prima. Quindi si tratta di qualcuno presente durante la seconda partita del Cartaio. Sempre durante la sua indagine, conclude che l'assassino debba avere una villa nei pressi del parco del Gianicolo. Cercando le piante di passiflora John entra nella villa e trova il luogo dove le ragazze sono state uccise. Subito dopo, finisce vittima di una trappola, rimanendo ucciso.
Anna viene informata della scomparsa di John da Carlo, che la prende con sè in macchina. Ma la strada che il collega percorre non segue le altre pattuglie e quindi non porta sul luogo dove è stata trovata l'automobile di John e, inoltre, Anna si accorge della presenza nell'auto di semi identici a quelli trovati sui cadaveri. Capisce dunque che in realtà il serial killer è proprio il suo collega Carlo e quindi aveva giocato la seconda partita (quella truccata) davanti alla polizia per crearsi un alibi. Anna gli punta addosso una pistola ma l'auto si ferma e tra i due inizia una colluttazione: Carlo riesce a iniettare ad Anna un sedativo.
Al suo risveglio, la donna è distesa sui binari di una linea ferroviaria, ammanettata assieme al suo collega che ha con sé un computer portatile: Carlo vuole giocare a videopoker con Anna e chi perderà rimarrà incatenato sulle ferrovie e verrà stritolato dal treno. Chi vincerà avrà le chiavi per liberarsi dalle manette e potrà quindi salvarsi. Durante la partita, Carlo confessa ad Anna che lei è la donna "per cui ha fatto tutto quello". Lui l'aveva sempre amata e lei non se ne era accorta. La donna sta per giocarsi tutto quando si ricorda un insegnamento letto su un manuale da poker: quando si gioca con qualcuno di cui si riconosce la superiorità, bisogna destabilizzarlo e ridicolizzarlo. Ma la cosa importante è mai cedere alla sua personalità. Grazie al consiglio riesce a vincere la partita. Carlo impazzisce e si rifiuta di cederle le chiavi; dopo una colluttazione, Anna riesce a liberarsi. Il treno arriva e stritola così Carlo mettendo fine all'incubo.

Un mese e mezzo dopo, Anna riceve una telefonata da qualcuno: scopre così di essere incinta.

CINEMA - MEL BROOKS - ' MEZZOGIORNO E MEZZO DI FUOCO '

Mezzogiorno e mezzo di fuoco (Blazing Saddles) è il terzo Film di Mel Brooks nel 1974.

Trama :

La vicenda è ambientata in una località del sud degli U.S.A. nell'anno 1874, anche se vi sono molti anacronismi voluti riferibili agli Anni ’70. Durante la costruzione di una nuova linea ferroviaria, i cantieri incontrano una zona di sabbie mobili, e per questo il tracciato dovrà essere variato e passare vicino alla città di Rock Ridge.
Il procuratore di stato Hedley Lamarr (il cui nome viene immancabilmente storpiato in quello dell'attrice Hedy Lamarr) vorrebbe speculare comperando il terreno circostante la zona dove passerà la ferrovia, ma deve prima cacciare gli abitanti. Per ottenere rapidamente il risultato, decide quindi di farli spaventare da una banda di tirapiedi. I cittadini decidono però di difendersi e richiedono un nuovo sceriffo. Il procuratore generale convince il governatore Le Petomane a nominare Bart, un afroamericano, come sceriffo, allo scopo di indignare gli abitanti della città ed indurli ad abbandonare il paese.

Giunto sul posto, con la sua intelligenza e parlantina il nuovo sceriffo si fa accettare dalla popolazione, e nomina come suo vice il pistolero alcolizzato Jim "Waco Kid" (Gene Wilder) («Devo aver ucciso più uomini del John Wayne e del Gary Cooper»). Bart resiste alle lusinghe mercenarie dell'attrice in stile Marlene Dietrich  "Lili von Schtupp" e convince i cittadini di Rock Ridge ad organizzare la difesa contro la banda dei peggiori criminali selezionati da Lamarr. La storia si conclude con un rocambolesco inseguimento nello spazio e nel tempo, fino ad arrivare nel mezzo di un balletto di tip-tap e in un cinema dove è proiettato ricorsivamente Mezzogiorno e mezzo di fuoco.

ANTOINE DE SAINT-EXUPERY

Antoine Jean Baptiste Marie Roger de Saint-Exupéry, meglio conosciuto semplicemente come Antoine de Saint-Exupéry, nasce il 29 Giugno 1900, muore il 31 Luglio 1944.
Scrittore e Aviatore francese.

È conosciuto nel Mondo per essere stato l'Autore del famoso Romanzo ' Il Piccolo Principe ', tradotto in 250 lingue.
Scrittore riconosciuto, vinse vari Premi letterari durante la sua vita, in Francia come all'estero.

Opere :


  • Lettres de jeunesse à l'amie inconnue
  • L'Aviateur
  • Textes de jeunesse
  • Courrier Sud
  • Vol de nuit
  • Terre des hommes
  • Le pilote et les puissances naturelles
  • Pilote de guerre
  • Le Petit Prince
  • Lettre à un otage
  • Citadelle
  • Carnets
  • Lettres à sa mère
  • Articles
  • Pages choisies
  • Écrits de guerre
  • Reportages
  • Correspondance
  • Dessins: aquarelles, pastels, plumes et crayons
  • Manon, danseuse

GIANCARLO GIANNINI

Giancarlo Giannini, nasce il 1 Agosto 1942.
Attore, Doppiatore, Regista e Sceneggiatore.

In carriera ha interpretato un'ampia gamma di Personaggi, spesso diversissimi tra loro: dall'operaio proletario al boss mafioso, dal protagonista di Film della Commedia all'Italiana a quello di pellicole di impronta più drammatica, utilizzando con disinvoltura anche numerosissimi dialetti, sia meridionali sia settentrionali.

Specialmente agli inizi della sua carriera, è stato molto attivo anche in Televisione, come Attore brillante (in coppia anche con Mina), cantante e ballerino.
È stato candidato al Premio Oscar come Migliore Attore nel 1977 per la sua interpretazione in ' Pasqualino Settebellezze ' di L. Wertmuller.

Filmografia ( parziale ) :

Attore :


  • Libido
  • Rita la zanzara, regia di L. Wertmuller
  • Arabella
  • Non stuzzicate la zanzara, regia di L. Wertmuler
  • Fraulein Doktor, regia di A. Lattuada
  • Dramma della gelosia, regia di E. Scola
  • Solo andata
  • Mimì metallurgico ferito nell'onore, regia di L. Wertmuller
  • Film d''amore e d'anarchia, regia di L. Wertmuller
  • Sono stato io!, regia di A. Lattuada
  • Sessomatto, regia di Dino Risi
  • Travolti da un insolito destino nell'azzurro mare d'agosto, regia di L. Wertmuller
  • Pasqualino Settebellezze, regia di L. Wertmuller
  • L'innocente, regia di L. Visconti
  • La fine del mondo nel nostro solito letto in una notte piena di pioggia, regia di L. Wertmuller
  • Un fatto di sangue nel comune di Siculiana fra due Uomini per causa di una vedova, regia di L. Wertmuller
  • Viaggio con Anita, regia di M. Monicelli
  • Mi manda Picone, regia di Nanni Loy
  • I picari, regia di M. Monicelli
  • 'o Re, regia di L.Magni
  • Il male oscuro, regia di M. Monicelli
  • I divertimenti della vita privata, regia di C. Comencini
  • Giovanni Falcone
  • Palermo Milano solo andata
  • Celluloide
  • La lupa, regia di G. Lavia
  • La cena, regia di E. Scola
  • Milonga
  • Terra bruciata
  • Hannibal, regia di R. Scott
  • Ciao America
  • Il cuore altrove, regia di Pupi Avati
  • Per sempre
  • Le 5 giornate di Milano
  • Casino Royale
  • Milano Palermo il ritorno
  • La bella società
  • La prima notte della Luna
  • On air

Televisione :

  • David Copperfield
  • La promessa
  • Peccati
  • Vita coi figli, regia di Dino Risi
  • La Bibbia - Giacobbe
  • Dune
  • Il bacio di Dracula
  • L'Onore e il Rispetto
  • Racconti neri
  • Il Generale Della Chiesa


Premi e Riconoscimenti :

David di Donatello : 1972 – 1984 – 1995 – 1996 – 2000 – 2002

Nastro d'Argento : 1973 – 1974 – 1999 – 1999 – 2001

Globo d'Oro : 1973 – 1974 – 1989 – 1999

Festival di Cannes : 1973

ALFONSO MARIA DE LIGUORI

Alfonso Maria de' Liguori nasce nel 1696, muore il 1° Agosto 1787.
E' stato un Vescovo Cattolico e Compositore.

Fondatore della Congregazione del Santissimo Redentore, è autore di Opere letterarie, teologiche e di celebri Melodie natalizie, tra cui la famosissima ' Tu scendi dalle stelle ' .
Fu proclamato Santo da Papa Gregorio XVI nel 1839 e Dottore della Chiesa nel 1871 da Papa Pio IX.
Sant'Alfonso fu autore di oltre 100 Opere , sia "popolari", facilmente accessibili a tutti, sia esegetiche, riguardanti la Teologia, l'Apologetica, la Dogmatica e Ascetica.

Opere :

Massime eterne ( 1728 );
Pratica di amar Gesù Cristo ( 1768 );
Storia delle eresie ( 1768 ),
Canzoncine spirituali ( 1732 );
Visite al Santissimo Sacramento ( 1745 );
Theologia moralis ( 1748 );
Le Glorie di Maria ( 1750 );
Apparecchio alla Morte ( 1758 );
Del gran mezzo della Preghiera ( 1759 );
Vera Sposa di Gesù Cristo ( 1760 );
Considerazioni sopra la Passione di Gesù Cristo ( 1760 );
Dell'uso moderato della opinione probabile ( 1765 );
Pratica del Confessore per ben esercitare il suo Ministero ( 1771 );


Tra i Componimenti Musicali:

Quanno nascette Ninno ( da cui deriva Tu scendi dalle stelle );
Fermarono i Cieli;
Protesta della buona Morte.

LORENZO DE MEDICI

Don Lorenzo de' Medici nasce nel 1599, muore il 15 Novembre 1648 a Firenze.

Era il settimo figlio del Granduca di Toscana Ferdinando I e di sua moglie Cristina di Lorena.

Appassionato di cani, caccia, e cavalli, era anche un mecenate e patrono delle Arti: protettore di Stefano Della Bella, nella sua Residenza nel Casino in via del Parione e nella Villa la Pietraia, che fece affrescare dal Volterrano , mise insieme una considerevole raccolta di Dipinti.

Nel 1617 accompagnò la sorella Caterina, andata in sposa a Ferdinando Gonzaga, a Mantova visitò Venezia, Genova, Loreto e Pesaro.

Nel 1623 si recò a Urbino in aiuto alla sorella Claudia, rimasta vedova del Duca Federico Ubaldo della Rovere, per convincere il suocero di lei, Francesco Maria II della Rovere, rimasto senza eredi, a cedere il Ductao di Urbino alla famiglia Medici.

Fallito questo tentativo, nel 1626 accompagnò Claudia nel suo secondo viaggio nuziale, verso Innsbruck ( Austria ), dove sposò il Conte del Tirolo Leopoldo V d'Austria: in questa occasione visitò Monaco di Baviera, Norimberga, Ratisbona e Nancy.


Non si sposò mai. Morì nel 1648, si disse avvelenato da una Medicina.

FRANCA VALERI

Franca Valeri, nasce a Milano il 31 Luglio 1920.

Attrice, Sceneggiatrice di Teatro e di Cinema, nota per la sua lunga carriera di interprete caratterista in campo sia cinematografico sia teatrale.

Teatrografia parziale :

  • Caterina di Dio
  • Lea Lebowitz
  • Un curioso accidente di C. Goldoni
  • Pensaci Giacomino di L. Pirandello
  • Bonaventura veterinario per forza
  • La parigina, regia di G. Strehler
  • Carnet de Notes 1
  • Ho due parole da dirvi
  • Fior di pisello, regia di G. Patroni Griffi
  • Senza titolo
  • Una volta nella vita, regia di G. Patroni Griffi
  • Tosca e altre due
  • Sorelle ma solo due
  • Mal di Madre
  • Alcool, di A. Asti
  • Possesso
  • La vedova Socrate
  • Les bonnes
  • Carnet de notes 2008
  • Oddio Mamma!
  • I soldi
  • Non tutto è risolto
  • La bruttina stagionata
  • Parliamone
  • Il cambio dei cavalli

Filmografia :

Cinema ( parziale ) :

Attrice :

  • Luci del varietà, regia di F. Fellini
  • I due Segenti
  • Solo per te Lucia, regia di F. Rossi
  • Totò a colori, regia di Steno
  • Villa Borghese, regia di V. De Sica
  • Questi fantasmi, regia di E. De Filippo
  • Un eroe dei nostri tempi, regia di M. Monicelli
  • Piccola posta, regia di Steno
  • Il segno di Venere, regia di Dino Risi
  • Mariti in città, regia di L. Comencini
  • Il vedovo, regia di Dino Risi
  • Rocco e i suoi fratelli, regia di L. Visconti
  • Crimen
  • Parigi, o cara
  • Gli Onorevoli, regia di S. Corbucci
  • Il giorno più corto, regia di S. Corbucci
  • I maniaci, regia di L. Fulci
  • Basta guardarla, regia di L. Salce
  • L'Italia s'è rotta, regia di Steno
  • Non ti capisco più amore, regia di S. Corbucci
  • Tosca e altre due

LIRICA - RADIO 3 RAI - 31 LUGLIO 2017 - ORE 21 - ' ORLANDO FURIOSO '

Stasera, Lunedì 31 Luglio 2017 alle Ore 21.00 :

In diretta Euroradio da Martina Franca, Palazzo Ducale

FESTIVAL DELLA VALLE D'ITRIA

ORLANDO FURIOSO
Dramma per Musica in tre Atti di Grazio Braccioli da Ludovico Ariosto
Musica di Antonio Vivaldi

Edizione Ricordi in collaborazione con l’Istituto Italiano A. Vivaldi, Fondazione G. Cini, Venezia

Orlando, Sonia Prina
Angelica, Michela Antenucci
Alcina, Lucia Cirillo
Bradamante, Loriana Castellano
Medoro, Konstantin Derri
Ruggiero, Philipp Mathmann
Astolfo, Riccardo Novaro

Coro
Elena Tereshchenko, Alessandra Della Croce, Cristina Fanelli, soprani
Antonia Fino, Sofia Tumanyan, Rossella Giacchero, mezzosoprani
Domenico Pellicola, Nico Franchini, tenori
Laurence Meikle, Dielli Hoxha, Massimiliano Guerrieri, bassi

I Barocchisti
Maestro concertatore al cembalo e direttore d’orchestra Diego Fasolis
Maestro del Coro Fedinando Sulla
Regia Fabio Ceresa
Scene Massimo Checchetto

Costumi Giuseppe Palella


domenica 30 luglio 2017

SPORT - MOTORI - G.P. UNGHERIA - DOPPIETTA FERRARI POI MERCEDES

Ordine di Arrivo del Gran Premio d'Ungheria :

1- S. Vettel ( Ferrari )
2- K. Raikkonen ( Ferrari )
3- V. Bottas ( Mercedes )
4- L. Hamilton ( Mercedes )
5- M-. Verstappen ( Red Bull )
6- F. Alonso ( McLaren )
7- C. Sainz ( Toro Rosso )
8- S. Perez ( Force India )
9 - E. Ocon ( Force India )
10- S. Vandoorne ( McLaren )

Classifica Piloti :
1- S. Vettel ( Ferrari ) 202
2- L. Hamilton ( Mercedes ) 188
3- V. Bottas ( Mercedes ) 169
4- D. Ricciardo ( Red Bull ) 117
5- K. Raikkonen ( Ferrari ) 116
6- M. Verstappen ( Red Bull ) 67
....
Alonso ( McLaren ) 10
...
Vandoorne ( McLaren ) 1


Classifica Costruttori :
1- Mercedes 357
2- Ferrari 318
3- Red Bull 184
4- Force India 106
5- Williams 41
6- Toro Rosso 39
7- Haas 29
8- Renault 26
9- McLaren 11
10- Sauber 5