lunedì 12 giugno 2017

SANT'ANTONIO DA PADOVA

Antonio di Padova.
Fernando Martins de Bulhões nasce a Lisbona ( Portogallo ) nel 1195, muore il 13 Giugno 1231.

Religioso portoghese canonizzato dalla Chiesa Cattolica come Antonio da Padova e, nel 1946, proclamato Dottore della Chiesa.

Da principio Monaco Agostiniano a Coimbra dal 1210, poi dal 1220 Frate Francescano.
Viaggiò molto, vivendo prima in Portogallo, quindi in Italia ed in Francia.

Nel 1221 si recò al Capitolo Generale ad Assisi, dove vide e ascoltò di persona San Francesco d'Assisi.

Terminato il capitolo, Antonio fu inviato a Montepaolo di Dovadola, nei pressi di Forlì.
Dotato di grande umiltà, ma anche di grande sapienza e cultura, per le sue valenti doti di predicatore, mostrate per la prima volta proprio a Forlì nel 1222: proprio per questo, prima di diventare "di Padova", fu a lungo conosciuto come " Antonio da Forlì ".

Antonio fu incaricato dell'Insegnamento della Teologia e inviato dallo stesso san Francesco a 
contrastare la diffusione dell'eresiacatara in Francia.

Fu poi trasferito a Bologna e quindi a Padova. Morì all'età di 36 anni. È notoriamente e popolarmente considerato un grande Santo, anche perché di lui si narrano grandi prodigi miracolosi, sin dai primissimi tempi dalla sua morte e fino ai nostri giorni. Tali eventi prodigiosi furono di tale intensità e natura che facilitarono la sua rapida canonizzazione, inferiore ad un anno ( è il Santo canonizzato più rapidamente nella storia della Chiesa ) e la diffusione mondiale della sua devozione, che lo rendono il santo più venerato al mondo.

Sebbene "il Santo" venga comunemente chiamato " Sant'Antonio di Padova ", questa denominazione non indica la sua originaria provenienza poiché egli era nato e cresciuto nel Portogallo. Il suo nome viene affiancato alla città di Padova perché qui ha avuto luogo la sua attività più significativa. Tra l'altro è usanza che i frati prendano il nome di provenienza dal convento a cui appartengono, quindi in questo senso è corretto riferirsi a Sant'Antonio di Padova (nel senso di appartenenza) ma non da Padova. Soltanto in Portogallo egli è chiamato comunemente Santo Antònio de Lisboa, ovvero " Sant'Antonio da Lisbona ", sua città natale.

Una Reliquia di Sant'Antonio di Padova si trova anche a Zugliano, dove si può visitare la chiesa di San Zenone, santuario antoniano. Entrati sulla destra ci si ferma davanti all’Arca del Santo, l’altare che custodisce, per singolare privilegio, dei frammenti dell’osso radio, preziosissime reliquie date in dono alla parrocchia nel lontano 1656.

Patrono a :
Padova;
Anzino ( Verbania );
Olivetta San Michele e Borgo d'Oneglia ( Imperia );
Brembilla, Peia, e Schilpario ( Bergamo );
Camposampiero ( Padova );
Badoere ( Treviso );
Sasso di Asiago, Fontanelle di Conco ( Vicenza );
Gemona del Friuli ( Udine );
Ravarino ( Modena );
Vigarano Mainarda, Migliaro ( Ferrara );
Montesilvano ( Pescara );
Giuliano Teatino ( Chieti );
Capistrello, Tagliacozzo ( Aquila );
Santa Maria Nuova ( Ancona );
Pietrarubbia ( Pesaro );
Anzio, Cave, Settebagni, Zagarolo ( Roma );
Orte Scalo ( Viterbo );
Giano Vetusto, Castello del Matese ( Caserta );
Brusciano, Casola di Napoli, Poggiomarino, Afragola, Cardito, Anacapri ( Napoli );
Tramonti, Conca dei Marini, Caggiano, Capitello (Salerno );
Lamezia Terme ( Catanzaro );
Sassari;
Alghero.

È inoltre patrono della Custodia di Terra Santa. Antonio è il Santo Patrono della Città di Padova, assieme a San Prosdocimo, Santa Giustina Martire e San Daniele

Nessun commento:

Posta un commento