giovedì 22 giugno 2017

ARNALDO POMODORO

Arnaldo Pomodoro, nasce a Morciano di Romagna il 23 Giugno 1926.
Scultore e Orafo italiano.
È considerato uno dei più grandi Scultori contemporanei italiani, molto noto ed apprezzato anche all'estero. È fratello del noto Scultore Giò Pomodoro.
Le sue opere adornano Città importanti come : Rimini, Pesaro, Roma , Milano, Terni, Torino, Tivoli, Belluno, Copenaghen, Brisbane, Dublino, Los Angeles, nei Musei Vaticani, al Cremlino e all'Onu.
È Famoso soprattutto per le sue particolari sfere di bronzo, il materiale che predilige per le sue opere, che si scompongono, si "rompono" e si aprono davanti allo spettatore, che è portato alla ricerca ed alla scoperta del meccanismo interno, in un contrasto tra la levigatezza perfetta della forma e la complessità nascosta dell'interno.


Tra le maggiori ' personali ' dedicate allo Scultore nel Mondo, vanno ricordate quella :
Rotonda della Besana a Milano; Musée d'Art Moderne de la Ville de Paris; Forte Belvedere a Firenze; Palazzo dei Diamanti a Ferrara; Hakone in Giappone; alla Rocca Malatestiana di Cesena; Museo della Città di Rimini; alla Marlborough Gallery di New York; a Palazzo Crepadona di Belluno; ecc.
Ha tenuto Esposizioni itineranti nei musei europei, americani, australiani e giapponesi. Nel 2008 è stata ospitata un'Esposizione di sue sculture, "en plein air", ad Orta San Giulio, in provincia di Novara.

I Premi :

La lunga carriera di Pomodoro è stata riconosciuta e premiata:
  • a Spoleto nell'ambito dell'ottava edizione del Premio Spoleto del 1960;
  • a San paolo, Brasile nel '63
  • a Venezia nel '64
  • nel '67 uno dei sei premi internazionali del Carnegie Institut
  • Nel '81 Gran Premio Henry Moore
  • nel 1990 il Praemium Imperiale dalla Japan Art Association per la Scultura
  • nel 2004 Premio Fernanda Piovano, di cui successivamente è diventato Autore della Targa.

Le Scenografie per il Teatro e per l'Opera :

  • Semiramide di G. Rossini – Teatro dell'Opera di Roma
  • Orestea di Gibellina di E. Isgrò
  • Didone
  • Alceste di C. Gluck – Teatro dell'Opera di Genova
  • Oedipus rex di I. Stravinsky – Siena
  • La Passione di Cleopatra di A. Shawqi
  • I Paraventi di J. Genet – Teatro Comunale di Bologna
  • Nella solitudine dei campi di cotone
  • Più grandiose dimore
  • Oreste
  • Stabat Mater, La passione secondo Giovanni e Vespro della Beata Vergine
  • Moonlight
  • Drammi Marini
  • Antigone
  • Tempesta di W. Shakespeare
  • Un ballo in maschera di G. Verdi – Opernhaus Lipsia

Nessun commento:

Posta un commento