lunedì 30 novembre 2015

FRANCO VITTADINI

Franco Vittadini, nasce a Pavia nel 1884, muore il 30 Novembre 1948 sempre nella sua Città, Pavia.
Compositore e Direttore d'Orchestra
Come Compositore è conosciuto prevalentemente per le sue Opere e per la Musica Sacra.
Nato a Pavia, iniziò i suoi Studi Musicali nel 1903 al Conservatorio di Milano, che lasciò prematuramente a causa di un dissidio con l'allora Direttore G. Gallignani.
Per un breve periodo fu Maestro di Cappella e Organista a Varese, per poi tornare definitivamente a Pavia dove svolse il ruolo di Direttore dell'Istituto Musicale dal 1924 fino alla morte.
Come Compositore, Vittadini incontrò il suo massimo successo con l'Opera ' Anima allegra ', rappresentata sia all'estero che in Italia. Il suo Balletto ' Vecchia Milano ' fu altrettanto famoso. Vittadini considerò la sua Opera ' Caracciolo ' come il suo miglior lavoro sebbene un'altra, ' Fiammetta e l'avaro ', ebbe maggior successo e consensi nel pubblico.
Vittadini è famoso anche fuori dal teatro grazie alle sue Opere religiose. Scrisse numerose Messe e Mottetti con uno stile molto simile a quello di L. Perosi.
Il suo Oratorio ' L'Agonia del Redentore 'viene considerato una delle sue migliori Opere mentre ' Nazareth ' rappresenta il ponte fra i suoi risultati nelle composizioni sacre ed i suoi Lavori teatrali.

A Franco Vittadini è attualmente intitolato l'Istituto Superiore di Studi Musicali di Pavia, sotto la cui Direzione ricevette nel 1937 un Riconoscimento Ufficiale dalla Regia Accademia d'Italia per l'attività didattica svolta.

Opere :

  • Il mare di Tiberiade
  • Anima Allegra
  • Nazareth
  • La Sagredo
  • Il Natale di Gesù
  • Caracciolo
  • Fiammetta e l'avaro

LUCY MAUD MONTGOMERY

Lucy Maud Montgomery, nasce il 30 Novembre 1874, muore nel 1942.
Scrittrice canadese, Autrice di numerosi libri per l'infanzia, ambientati spesso nell'Isola del Principe Edoardo, presso la costa meridionale del Golfo di San Lorenzo.

Opere :

Saga di Anna dai capelli rossi :

  • Anna dai capelli rossi
  • L'età meravigliosa
  • Il baule dei sogni
  • La casa dei salici al vento
  • La baia della felicità
  • La grande casa
  • La valle dell'arcobaleno
  • Rilla di Ingleside

Romanzi collegati ad Anna dai capelli rossi :
  • Chronicles of Avonlea
  • Further Chronices of Avonlea


Saga di Emily della Luna Nuova :

  • Emily della Luna nuova
  • Emily cresce
  • Emily's quest

Altri romanzi :


  • Il frutteto incantato
  • la via dorata
  • Marigold

RIDLEY SCOTT

Sir Ridley Scott , nasce a South Shields ( Inghilterra ) il 30 Novembre 1937.

Regista e Produttore cinematografico inglese.


Filmografia :

Regista :

  • I duellanti
  • Alien
  • Blade Runner
  • Legend
  • Chi protegge il testimone
  • Black rain
  • Thelma & Louise
  • 1492 – la conquista del paradiso
  • L'Albatross
  • Soldato Jane
  • Il Gladiatore
  • Hannibal
  • Il genio della truffa
  • Le crociate
  • Un'ottima annata
  • American gangster
  • Nessuna verità
  • Robin Hood
  • Prometheus
  • Il procuratore
  • Exodus
  • Sopravvissuto


Premi e Riconoscimenti :


David di Donatello : 1977
Festival di Cannes : 1977





TANTI AUGURI A RIDLEY SCOTT !!!

MUSICA - RADIO 3 RAI - 30 NOVEMBRE 2015 - ORE 22,45

Stasera, Lunedì 30 Novembre 2015 alle Ore 22.45 :


FESTIVAL DEL QUARTETTO D’ARCHI

Quartetto Voce
Violino : Sarah Dayan
Violino : Cécile Roubin
Viola : Guillaume Becker
Violoncello : Lydia Shelley
Viola : Maxim Rysanov


Wolfgang Amadeus Mozart
Quartetto per Archi n. 20 in Re Maggiore K 499
Hoffmeister Quartett”
- Allegretto
- Minuetto (Allegretto) e Trio
- Adagio
- Allegro

Antonin Dvořák
Quintetto per Archi n. 3 in Mi Bemolle Maggiore Op. 97
- Allegro non tanto
- Allegro vivo
- Larghetto
- Finale (Allegro giusto)



Registrato il 12 Giugno 2015 al Teatro Cavallerizza di Reggio Emilia

TEATRO – TEATRO DELL'ELFO-PUCCINI – MILANO - ' PER UNA STELLA ' - DAL 1 AL 6 DICEMBRE 2015

ALA FASSBINDER dal 1 al 6 DICEMBRE 2015
Martedì-Sabato Ore 21:00 / Domenica Ore 16:30

PER UNA STELLA

Testo : Anna Maini
Progetto di Marta Galli, Anna Maini e Roberto Rampi
Regia : Stefano De Luca
Scene e Costumi : Linda Riccardi
Consulenza musicale : Marco Mojana
Consulenza storica : Marco Cimmino

con Tommaso Banfi e Marta Comerio
Produzione ArteVOX Teatro in collaborazione con LupusAgnus
con il Patrocinio di Museo Storico del Trentino e Museo Centrale del Risorgimento di Roma

con il contributo di NEXT - laboratorio delle idee
L'iniziativa fa parte del programma ufficiale delle commemorazioni del centenario della Prima Guerra Mondiale a cura della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Struttura di Missione per gli anniversari d'interesse nazionale


"Il confine è una cosa che non si vede ma c'è. Non l'ha inventato Dio, l'hanno inventato gli uomini".
Drammaturgia originale ispirata a una storia vera, Per una stella racconta l'incrocio di due destini sullo sfondo della Grande Guerra: quello di Rosa Anna, figlia del kaiserjäger austriaco Franz, e quello del soldato italiano Pietro, che combatte la stessa guerra di Franz, ma sul fronte opposto. Tra migliaia di spari, e un colpo solo, una sola stella, a unire misteriosamente le loro vite.
La prima Guerra Mondiale vista con gli occhi di una bambina che ne subisce le conseguenze e vissuta sulla pelle di un soldato che ne scopre gli orrori e a essa si oppone. Uno spettacolo sulla guerra, ma soprattutto sulla vita che ostinata e meravigliosa ogni primavera rinasce.
Lo spettacolo teatrale è collegato allo sviluppo di un progetto più ampio, intitolato PER UNA STELLA – A CENTO ANNI DALLA GRANDE GUERRA finanziato da Regione Lombardia attraverso il bando per la valorizzazione della memoria della Grande Guerra (D.d.s. 8 otobre 2014, n. 9226).
La Compagnia ArteVOX è stata costituita a Milano nel 2007 da Marta Galli, operatrice culturale ed esperta in comunicazione, Stefano Annoni, attore, e Anna Maini, drammaturga e regista. Il gruppo lavora su progetti teatrali di "costruzione della memoria", producendo spettacoli di teatro civile, affrontando tematiche come la legalità e l'antimafia, l'integrazione culturale, il ruolo delle donne.

Orari: mar-sab 21:00 / dom 16:30
• Durata: 65'



TEATRO – TEATRO DELL'ELFO-PUCCINI – MILANO - ' I CONIGLI NON HANNO LE ALI ' - DAL 1 AL 6 DICEMBRE 2015

SALA BAUSCH dal 1 al 6 DICEMBRE 2015
Martedì-Sabato Ore :  19:30 / Domenica Ore :  15:30

I CONIGLI NON HANNO LE ALI
Nuove Storie
Scritto e diretto da Paolo Civati
Musiche originali Valerio Camporini Faggioni
con Francesca Ciocchetti e Cristian Giammarini
Produzione Collettivo Attori Riuniti - Teatro del Carretto

Un bambino getta il suo coniglietto dalla finestra dopo avergli infilato un paio di mutande da Superman, ma un coniglio, si sa, non ha le ali e non può volare. Un gesto di ribellione ma anche una disperata richiesta di libertà che scatena nei genitori un’improvvisa violenza. Inizia così, durante la corsa in ospedale, la dolorosa riflessione su se stessi di una giovane coppia americana, ripiegata su una quotidianità inzuppata di piccole violenze verbali e fisiche, di frustrazioni e ossessioni per il loro futuro e quello dei loro figli.
Uno spettacolo che indaga senza filtri la solitudine e la violenza che si nasconde nell'amara accettazione di essere uguali a tutti gli altri, di essere normali. Un dramma, ispirato alle pellicole di Cassavetes e Allen e ai romanzi di Franzen e Yates, che porta in scena due comunissimi, normalissimi mostri.

• Orari: mar-sab 19:30 / dom 15:30
• Durata: 75'
• Prezzi : posto unico € 15

TEATRO – TEATRO FRANCO PARENTI – MILANO - ' MEPHISTO ' - DAL 1 AL 13 DICEMBRE 2015

MEPHISTO

liberamente ispirato alla carriera di Gustaf Gründgens raccontata da Klaus Mann
R
egia e Drammaturgia Luca Micheletti
con
Federica Fracassi, Luca Micheletti, Michele Nani, Massimo Scola e con Lidia Carew
Scene Csaba Antal - Costumi Valentina Fariello - Luci Cesare Agoni - Musiche Roberto Bindoni

Produzione CTB Teatro Stabile di Brescia


Luca Micheletti prosegue la sua ricerca sul tema della “metamorfosi dell’umano” iniziata con Kafka e mette in scena una nuova “trasformazione”, questa volta non fisica bensì etico-politica, e non più solo drammatica, ma grottesca e fantasmagorica.
Lo spettacolo è un’indagine del rapporto tormentato tra l'essere umano e l'arte. . Uno spettacolo sul teatro che ne affronta dilanianti contraddizioni e, allo stesso tempo, il potere conturbante.
L'Opera è un attraversamento della coscienza del performer, scossa, come quella di Faust, da tentazioni opposte: il bisogno di attingere alle vette dell’arte, i compromessi vili a cui accondiscendere con il potere, il desiderio morboso di sacrificarsi e trascendere i propri limiti umani per farsi puro strumento di creazione teatrale. L’Attore di talento, a cui fa riferimento Klaus Mann, è suo cognato Gustaf Gründgens, interpretato qui da Luca Micheletti. Federica Fracassi ne è l’alter ego femminile.
Luca Micheletti, classe 1985, attore, regista e drammaturgo è il più giovane erede della tradizione secolare della Compagnia teatrale I Guitti di cui è regista stabile. Ha scritto e diretto per Umberto Orsini, vincitore del Premio Ubu e Premio della Critica 2011 per La resistibile ascesa di Arturo Ui di Bertolt Brecht.



TEATRO - TEATRO ELISEO – ROMA - ' TRADIMENTI ' - DAL 1 AL 20 DICEMBRE 2015

TEATRO - TEATRO ELISEO – ROMA - ' TRADIMENTI ' - DAL 1 AL 20 DICEMBRE 2015
Teatro Eliseo dal 01 al 20 Dicembre 2015
TRADIMENTI

ORARI SPETTACOLI :

Martedì, Giovedì, Venerdì, Ore 20.00
Mercoledì e Domenica Ore 16.00
Sabato Ore 16.00 e Ore 20.00


Nel 1977 sono ormai passati due anni da quando Emma e Jerry hanno interrotto la loro relazione. Non sono mai stati sposati, né fidanzati: sono stati amanti, la prolungata “distrazione” di Emma da suo marito Robert, di Jerry da sua moglie Judith. Per cinque anni hanno affittato un appartamento per fare l’amore, finché Robert non ha costretto Emma ad ammettere tutto. E dopo la confessione, che ne è stato del matrimonio? È andato avanti, infelice.
Dal 1977 al 1968, fino alla festa in cui i due amanti si dichiarano l’un l’altro per la prima volta: Michele Placido, regista, indaga a ritroso nelle bugie e rivela più a fondo il protrarsi dei tradimenti, la stanchezza dei rapporti.


TRADIMENTI

Di HAROLD PINTER
traduzione di Alessandra Serra
con AMBRA ANGIOLINI e FRANCESCO SCIANNA
e con FRANCESCO BISCIONE

S
cene : GIANLUCA AMODIO
C
ostumi : MARIANO TUFANO
M
usiche originali : LUCA D’ALBERTO
Light Designer : GIUSEPPE FILIPPONIO
Regia : MICHELE PLACIDO



PRODUZIONE


GOLDENART PRODUCTION

domenica 29 novembre 2015

GEORGE HARRISON

George Harrison, nasce nel 1943, muore il 29 Novembre 2001.
Cantautore, Polistrumentista, Compositore, Attore, Produttore cinematografico, Discografico britannico.

Dal 1960 al '70 è stato il chitarrista solista e Cantante del complesso musicale dei The Beatles; dopo lo scioglimento del gruppo (il cui ultimo atto coincise, nel Gennaio 1970, con la seduta di studio della canzone scritta da Harrison ' I me mine ' ) ha intrapreso la carriera individuale, sia come musicista che come produttore musicale e cinematografico.

Fu anche un fondatore e membro del gruppo dei Travelling Wilburys.
Durante gli anni trascorsi con i Beatles realizzò venticinque canzoni. Tutti gli album del gruppo da With the Beatles contenevano generalmente due o più brani di sua composizione; molto celebri sono i suoi brani composti negli ultimi anni del gruppo ; While my Guitar gentle, Weeps, Something e Here comes the Sun.

Dopo lo scioglimento del gruppo realizzò il suo primo album solista, contenente molti brani che non erano stati pubblicati negli ultimi album dei Beatles Ale things must pass;; in aggiunta al lavoro solista collaborò anche con Ringo Starr, Eric Clapton, J. Lynne e Tom Petty.

Harrison conobbe la cultura e la musica indiana nella seconda metà degli anni sessanta e ne divenne profondo estimatore; introdusse notevoli sonorità di origine indiana sia nei Beatles, sia nel lavoro solista. Assieme al Musicista indiano Ravi Shanka rorganizzò, nell'Agosto '71, il celebre The Concert for Bangladesh, primo Concerto benefico nella Storia della Musica, in cui parteciparono anche Starr, Clapton, Shankar e Bob Dylan; in tale occasione si stava per realizzare una reunion dei Fab Four, ma John Lennon declinò l'invito poiché non si voleva la partecipazione della moglie Yoko Ono e Paul McCartney a causa della presenza di A. Klein fra gli organizzatori.

Strumentazione :

Chitarre :

  • Egmond (chitarra classica)
  • Hofner ( chitarra acustica )
  • Hofner Club 40 model 244
  • Resonet Futurama
  • Gretsch 6128 Duo Jet
  • Gibson
  • Gretsch 6131 Jet Fire Bird
  • Gretsch 6122 Country Gentleman
  • Maton Mastersound MS-500
  • Gretsch 6122 Country Gentleman
  • Gretsch 6119 Tennessee Rose
  • Jose Ramirez Guitarra de Estudio
  • Rickenbacker 425 / 360
  • Fender Stratocaster ' Rocky
  • 1965: 1963-65 Gibson ES-345-TD
  • Epiphone E230TD(V) Casino
  • Gibson SG Standard
  • Gibson J-200
  • Gibson Les Paul Standard 'Lucy'
  • Fender Telecaster

Discografia :

  • Wonderfull music
  • Electronic sound
  • All things must pass
  • Living in the Material world
  • Dark Horse
  • Extra texture
  • Thirty-three & 1/3
  • George Harrison
  • Somewhere in England
  • Gone Troppo
  • Clooud nine
  • Brainwashed



Filmografia :

  • Tutti per uno
  • Aiuto!
  • Magical mistery Tour
  • Yellow Submarine
  • Let it be

Premi e Riconoscimenti :


Premio Oscar : 1971

CARLO LEVI

Carlo Levi, nasce il 29 Novembre 1902, muore il 4 Gennaio 1975.
Scrittore e Pittore italiano, tra i più significativi Narratori del Novecento.

Opere :

Letteratura :

  • Cristo si è fermato ad Eboli
  • Paura della libertà
  • L'Orologio
  • Le parole sono pietre
  • Il futuro ha un cuore antico
  • La doppia notte dei tigli
  • Un volto che ci somiglia. Ritratto dell'Italia
  • Tutto il miele è finito
  • Coraggio dei miti
  • Mezzogiorno, emigrazione, rinnovamento
  • La soglia del deserto
  • Bosco di Eva
  • Le mille patrie
  • Roma fuggitiva


Pittura :

  • Donna con frutta
  • Lucania '61
  • Nuotatore

LIRICA – LA SCALA DI SETA – G. ROSSINI – IN SCENA NEL CIRCUITO LOMBARDO 2015/16

La Scala di Seta
Farsa comica in un Atto
Musica di
Gioachino Rossini
su Libretto di Giuseppe Maria Foppa
prima Rappresentazione: Venezia, Teatro San Moisè, 9 Maggio 1812


Personaggi e Interpreti:
Dormont, tutore (Tenore) :
MANUEL PIERATTELLI
Giulia, pupilla (Soprano) :
BIANCA TOGNOCCHI
Lucilla, cugina di Giulia (Mezzosoprano) :
LAURA VERRECCHIA
Dorvil (Tenore) :
FRANCISCO BRITO
Blansac (Basso) :
LEONARDO GALEAZZI
Germano, servitore di Dormont (Buffo) :
FILIPPO FONTANA
Un servitore (mimo)

Direttore :
Francesco Ommassini
Regia :
Damiano Michieletto
ripresa da
Andrea Bernard

Scene e Costumi :
Paolo Fantin
Luci :
Alessandro Carletti

Orchestra I Pomeriggi Musicali di Milano

Coproduzione Teatri di OperaLombardia
Allestimento del Rossini Opera Festival di Pesaro


E' di Scena presso i Teatri del Circuito Lombardo ' la Scala di Seta ' di Gioacchino Rossini.
Atto unico.....certo che sì...peccato che hanno pensato bene di far un ( inutile ) intervallo a metà, circa dopo 50 minuti...
Il Regista ha ' pensato bene ' di ambientare la scena..ai nostri giorni ( solita moda pacchiana, volgare ed inutile di cambiar totalmente il periodo storico scritto sul Libretto ).....
Il pavimento della scena è una grossa planimetria, da architetto o da addetto del catasto.....gli arredamenti sono moderni....e un grossa parete specchiante sul fondo riflette scritte e metratura quadrata dell'unico interno, dell'unica ' casa ' della scena.
Logicamente il servitore, era vestito da cameriere filippino....la padrona di casa...faceva la ' vamp ' ...faceva jogging......si dava le 'arie ' ...ecc..ecc...
gli altri personaggi sorseggiavano Coca Cola o caffè fatto con la Moka, guardavano la televisione sul grande televisore LCD....
abbigliamento quasi sempre sgargiante, moderno, che NON c'entra nulla con quello che Foppa ( il librettista ) ha scritto agli inizi dell'800.

La Scena dell'Opera, con il grande specchio riflettente in fondo al Palco e l'arredamento moderno della Scena.


Orchestra, la solita ( Pomeriggi Musicali di Milano ) fiacca, un po afona e un po atona, con il Direttore che al posto di ravvivarla......l'appiattiva.......
Solisti : alle prime armi, quasi tutti, voci belle e con bella presenza scenica e vocale....praticamente nessuno
Coro : ops.....NON c'era, e quindi Non si è sentita la mancanza.


L'altra sera ( Teatro Fraschini di Pavia )......almeno mezza Sala vuota..primi tre Ordini a metà, i due loggioni deserti....ma che bel successo!!!
Prezzi troppo alti, e non si può far lo stesso prezzo per un'Opera che dura 1 ora e mezza ( questa di Rossini ) con altre nello stesso Cartellone che durano almeno il doppio....
logicamente c'è uno sbilanciamento....e la gente NON viene ( e ha ragione )....



GAETANO DONIZETTI

Domenico Gaetano Maria Donizetti nasce a Bergamo il 29 Novembre 1797 e muore, sempre a Bergamo l'8 Aprile 1848.
E' stato un importante e famoso Compositore Italiano, famoso soprattutto come Operista.
Scrisse più di settanta Opere, oltre a numerose Composizioni di Musica Sacra e da Camera.
La fortuna del Donizetti vivente fu rilevantissima.
La sua Vena romantica e le straordinarie Doti Compositive furono riconosciute in tutta Europa, nel "mondo delle capitali" e a livello popolare.
Il suo Percorso creativo contribuì potentemente a inserire l'opera, prima rivolta al "bel canto", nella più profonda e drammatica teatralizzazione romantica, anticipando così la grande stagione verdiana. Pur rimanendo assai diffuso, dalla fine dell'Ottocento fino al secondo dopoguerra, via via il repertorio donizettiano regolarmente eseguito andò assottigliandosi, fino a restringersi quasi ai soli capolavori assoluti: la ' Lucia di Lammermoor ', per il Teatro Drammatico, ' L'Elisir d'Amore ' e ' Don Pasquale ', per l'Opera Buffa.
Nel secondo Novecento si è assistito a una diffusa riproposizione delle Opere del Donizetti, per impulso di protagonisti di primo piano, fra i quali innanzitutto il Direttore d'Orchestra G. Gavazzeni, e per merito di Interpretazioni eccezionali, come quella di Maria Callas e di L. Pavarotti, J. Sutherland, M. Caballé ecc.
I Suoi Melodrammi :

Il Pigmalione, Enrico di Borgogna, Una Follia, Le Nozze in Villa, Il Falegname di Livonia, Zoraida di Granata, la Zingara, La Lettera anonima, Chiara e Serafina, ossia I Pirati, Alfredo il Grande, Il Fortunato Inganno, La Zingara, L'Ajo nell'imbarazzo, Emilia di Liverpool, Alahor in Granata, Don Gregorio, Elvida, Gabriella di Vergy, Olivo e Pasquale, Otto mesi in due Ore, Il Borgomastro di Saardam, Le Convenienze Teatrali, L'esule di Roma, Alina, Gianni di Calais, Il Paria, Il Giovedì grasso, Elisabetta al castello di Kenilworth, I Pazzi per progetto, il Diluvio Universale, Imelda de' Lambertazzi, Anna Bolena, Gianni di Parigi, Francesca di Foix, La Romanziera e l'Uomo nero, Fausta, Ugo, conte di Parigi, L'Elisir d'Amore, Sancia di Castiglia, Il Furioso all'isola di San Domingo, Parisina d'Este, Torquato Tasso, Lucrezia Borgia, Rosmonda d'Inghilterra, Maria Stuarda, Gemma di Vergy, Marin Faliero, Lucia di Lammermoor, Belisario, Il Campanello, Betly, o la Capanna svizzera, L'Assedio di Calais, Pia de' Tolomei, Roberto Devereux, Maria de Rudenz, Gabriella di Vergy, Le duc d'Albe, La Fille du régiment, L'ange de Nisida, La Favorite, Adelia, Rita, Maria Padilla, Linda di Chamounix, Caterina Cornaro, Don Pasquale, Maria di Rohan, Don Sebastien.

STORIA - RIVOLTA DI NOVEMBRE

La Rivolta di Novembre ( 1830-31 ), anche conosciuta come Rivoluzione Cadetta, fu una ribellione armata contro il Dominio dell'Impero Russo in Polonia e Lituania.

La Rivolta ebbe inizio il 29 Novembre 1830 a Varsavia, quando un gruppo di giovani cospiratori dell'Accademia Militare dell'Esercito Imperiale Russo di Varsavia si ribellarono, capeggiati da P. Wysocki. Questi giovani furono subito sostenuti da gran parte della società polacca. Nonostante diversi successi locali, la rivolta fu poi sedata dall'Esercito russo di I. Paskevich, superiore numericamente, e la resistenza fu abbattuta.


La Battaglia armata iniziò quando un gruppo di cospiratori condotti da un giovane cadetto della scuola degli Ufficiali di Varsavia, P. Wysocki, imbracciò le armi il 29 Novembre 1830 e attaccò il Palazzo del Belweder, la Sede principale del Granduca. La scintilla che portò allo scoppio della rivolta fu il progetto russo di utilizzare l'Esercito Polacco per sopprimere la Rivoluzione di Luglio in Francia e la Rivoluzione Belga, il che avrebbe costituito una grave violazione della costituzione polacca. 
I ribelli riuscirono a penetrare nella Residenza, ma il Granduca Costantino scappò travestendosi da donna. I ribelli tornarono quindi al principale arsenale cittadino, occupandolo dopo una breve battaglia. Il giorno seguente i civili polacchi armati obbligarono le truppe russe a lasciare Varsavia, facendole ritirare a nord della Capitale. 
Questo incidente è talvolta chiamato Rivolta di Varsavia o Notte di Novembre.

FERDINANDO ARNO'

Ferdinando Arnò nasce a Manduria il 29 Novembre 1959.
Compositore e Arrangiatore.
Affermatosi anche come Produttore discografico è il fondatore di ' Quiet, Please! ', Casa di Produzione e consulenza musicale particolarmente attiva in campo pubblicitario.

Discografia

Singoli :

  • Quite, Please! - All together now ( 2008 )
  • Malika Ayane – Soul Waver ( 2008 )
  • Malika Ayane – Ricomincio da qui ( 2010 )

Album :

  • Quite, please ! ( 2007 )
  • Malika Ayane ( 2008 )
  • Malika Ayane ( 2009 ) (contenente il Brano “Come Foglie” ( Festival di Sanremo 2009 - Categoria "Nuove Proposte" )
  • Grovigli – Malika Ayane ( 2010 ) (contenente il Brano "Ricomincio da qui" ( Festival di Sanremo 2010 - Categoria "Big" )
  • Dimmi cosa sogni – Jessica Brando ( 2010 )


TANTI AUGURI A FERDINANDO ARNO' !!!

GIULIO VIOZZI

Giulio Viozzi, nasce nel 1912, muore il 29 Novembre 1984.
Compositore, Pianista, Direttore d'Orchestra e Critico Musicale.

Il Linguaggio Musicale di Viozzi può essere classificato in un'area a metà strada tra il Novecento storico, memore della lezione di L. Janacek, S. Prokofiev, M. Ravel, I. Stravinskij e delle suggestioni della Musica popolare, spesso di origine balcanica, con un senso ritmico che ricorda in certi casi quello di B. Bartok; la tavolozza orchestrale e la facile e fluente vena melodica non gli fecero mancare il consenso positivo del Pubblico.
In campo teatrale fuggì ai rischi di una ripresa del Verismo, preferendo soggetti grotteschi e surreali.
Tecnicamente la Musica di Viozzi si ricollega alle Correnti novecentiste più reazionarie, strettamente legate al Sistema Tonale o al massimo ad un certo gusto armonico vicino all'Impressionismo; le tecniche più evolute vennero sempre da lui guardate con estremo sospetto.

Opere

Opere liriche :

  • Allamistakeo
  • Un intervento notturno
  • Il sasso pagano
  • La giacca dannata
  • Elisabetta
  • L'inverno

Balletti :

  • Prove di scena

Opera radiofonica :

  • La Parete bianca ( 1954 )

Musica sinfonica :

  • Il castello di Duino
  • Punta Salvore
  • Hangar 26
  • Ouverture carsica
  • Ditirambo
  • Concerto per Violino e Orchestra
  • Ballata
  • Concerto per Quintetto di Archi con Pianoforte
  • Concerto n.1 per Pianoforte e Orchestra
  • Concerto per Trio con Clarinetto, Violoncello e Pianoforte
  • Invenzione per Orchestra
  • Discorso del vento
  • Concerto n.2 per Pianoforte e Orchestra
  • Una tantum
  • Concerto per Trombone e Orchestra
  • Concerto per Corno, Tromba, Trombone, Archi e Timpani
  • Concerto per otto Flauti

Musica da Camera :

  • Serenata per Violoncello e Pianoforte
  • Sonata n.1 per Violino e Pianoforte
  • Sonata per Contrabbasso e Pianoforte
  • Quartetto n.1 per Archi
  • Quartetto n.2 Archi
  • Sonata n.2 per Violino e Pianoforte
  • Trio per Flauto, Viola e Arpa
  • Sonata per Viola e Pianoforte
  • Divagazioni per Violino, Viola, Violoncello e Chitarra Divagazioni
  • Preludio e Ballata per Violino e Arpa
  • Piccola Suite per 3 Oboi
  • Quintetto per Archi e Pianoforte

Musica per Pianoforte :

  • Scherzo
  • Ritmo telegrafico
  • Tempo di tango
  • A Duke Ellington
  • Variazioni su un tema popolare triestino
  • Tre pitture di Van Gogh
  • Tempo di samba
  • Ballata d'autunno
  • Diciotto preludi

Musica per Organo :

  • Varianti
  • Ricercare
  • Discorso
  • Tre accordi e loro conseguenze
  • Impetuoso
  • Umoresca

Musica Sacra :

  • O Sapientia
  • Missa Sanctae Euphemiae
  • Di' Maria Dolce
  • O Francesco da Deo amato

Liriche per Voce e Pianoforte :


  • Sera d'ottobre
  • Pianto antico
  • Tre liriche giapponesi
  • Epigramma
  • Liebeslieder
  • Tristessa de la sera
  • Ninna Nanna